Magazine Lunedì 11 gennaio 2016

L’eredità Medicea, il thriller storico di Patrizia Debike

Firenze
© Shutterstock

La nostra collaboratrice, Patrizia Debicke, ha dato alle stampe un nuovo romanzo, un thriller storico ambientato nella Firenze Cinquecentesca, tra intrighi, giochi di potere e misteri: l'Eredità medicea (Parallelo45 Edizioni, 2015, 305 pagine, 12 Euro). Pubblichiamo di seguito la sinossi.

Venerdì 22 gennaio alle 19.00 a Voghera presso la Libreria Ticinum di via Bidone 20 appuntamento con la presentazione dell'Eredità Medicea. Insieme all'autrice, interviene lo scrittore Guido Conti.

Magazine - Il brutale assassinio del duca Alessandro de Medici nella notte della befana del 1537 a opera del cugino Lorenzino, detto Lorenzaccio, crea a Firenze un pericoloso vuoto di potere.

Il cardinale Cybo, primo ministro dell’ucciso, e il condottiero imperiale Alessandro Vitelli, che con le sue truppe garantiva la protezione del ducato, spingono i fiorentini ad eleggere, come nuovo capo e primo cittadino, Cosimo de’ Medici, un ragazzo non ancora diciottenne, figlio del famoso Giovanni de’ Medici detto Giovanni dalle Bande Nere.

Cosimo de’ Medici assume il compito, ma la scelta non piace alla Francia, che può vantare diritti legittimi alla successione per Caterina de’ Medici, moglie del delfino Enrico figlio di Francesco I, ai fuorusciti fiorentini, che sognano di restaurare la repubblica e lascia incerto l’imperatore Carlo V che, benché non intenda rinunciare alla Toscana come vassalla, non sentendosi abbastanza garantito dal nuovo duca, rinvia la conferma dell’elezione e mantiene la situazione in stallo.

Nel frattempo il papa Paolo III, che spera di ottenere Firenze per il figlio Pierluigi, trama. E qualcuno, un’Ombra mortalmente pericolosa, ignota, inafferrabile, cerca di spianargli la strada, eliminando il giovane Medici. In una cupa atmosfera di intrighi e giochi di potere l’assassinio è la regola e qualcuno, un’Ombra mortalmente pericolosa, ignota, che appare inafferrabile semina una sanguinosa scia di cadaveri, mentre cerca di spianare la strada al pontefice, eliminando il giovane duca de’ Medici.

I fuorusciti fiorentini, avvalendosi dell’appoggio indiretto della Francia portano la guerra alle porte della città. Solo Alessandro Vitelli comandante dell’esercito imperiale, ma anche marito della fascinosa Paola de’ Rossi cugina di Cosimo, con i suoi uomini potrà controllare la situazione.

In un crescendo di suspense, con la ribellione della gioventù che deve convivere con la necessità di imparare a governare sostenuto dai suoi padrini Cybo e Vitelli, di confrontarsi con le astuzie della diplomazia, coinvolto nel tenero ma pericoloso idillio con la vedova del duca morto Margherita d’Austria, importante pedina di scambio nei giochi dei grandi e nell’incertezza di riconoscere i suoi veri amici, Cosimo de’ Medici dovrà evitare tutte le insidie mortali che si pongono tra lui e il potere.

I fuorusciti portano la guerra alle porte della città. Solo Alessandro Vitelli con i suoi uomini potrà controllare la situazione.

Chi sarà mai l’Ombra, la serpe in seno, lo sconosciuto che lo minaccia?

di Patrizia Debicke

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Amarcord Di Federico Fellini Commedia Italia/Francia, 1974 Tante storie diverse si intrecciano in una Rimini degli anni 30 riproposte da Fellini sfogliando i ricordi di quando era ragazzo. Guarda la scheda del film