Magazine Mercoledì 30 dicembre 2015

Mio marito ha deluso le mie aspettative, cambio uomo?

Triangolo amoroso
© Shutterstock

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Carissimo Dottor Ventura,

mi chiamo Elisa e sono sposata da nove anni.
Un matrimonio non felicissimo. Non ha rispettato le aspettative che avevo.
Due caratteri forti, che invece di remare insieme si sono remati contro, per tanto.
Tenterò di sintetizzare il più possibile.
Quest'estate mi sono presa una pausa, e sono tornata a casa dei miei. E dopo tre mesi ho conosciuto un ragazzo. Me ne sono innamorata. Mi ha dato ciò che realmente cercavo e mi mancava.

Fatto sta che l'ho detto a mio marito, anche con il cuore rotto, ho optato per la sincerità.
Lui ha accusato il colpo, ma invece di mollare ha cominciato a starmi dietro come un principe e non mi ha lasciato più. Sono passati sette mesi e continuo a essere indecisa sul da farsi.
Dare un'altra possibilità a mio marito, o buttarmi a capofitto in qualcosa che non conosco,che mi piace tantissimo e mi fa battere il cuore?

Il ragazzo che ho conosciuto quest'estate è (anche lui) molto innamorato e sarebbe disposto a intraprendere una relazione seria e stabile, tra noi non è solo una passione.
Ma è giusto negare la possibilità all'uomo che ho sposato, anche se fra noi ci sono stati ostacoli e motivi innumerevoli per non stare più insieme?

Confido in un suo consiglio, rendendomi conto che alla soglia dei miei 32anni, non riesco a prendere una posizione decisa.

Questo mi spaventa perché vorrei tanto non avere paura di scegliere,soprattutto per me stessa.

La ringrazio anticipatamente.

Elisa

Buongiorno Elisa,
Sa com'è: scegliere è sempre facile, se si parla delle scelte che riguardano gli altri.
Quindi non si aspetti che io scelga per lei, anche perché, davvero, dalla lettura della sua storia, non ci sono poi delle grandi differenze tra le due opzioni.

L'uomo che poi è diventato suo marito, era sicuramente molto affascinante, prima di sposarsi. Cosi tanto affascinante da alimentare in lei delle belle aspettative.
Aspettative che, una volta sposati, sono andate deluse.
Lo ha lasciato (anche se ha usato la formula pausa) e in brevissimo tempo ha incontrato un ragazzo che le fa battere il cuore e che è innamoratissimo, di lei.

In più le dice di voler intraprendere una relazione seria, il che alimenta interessanti aspettative. Ma quella delle aspettative prima di sposarsi , è una storia che lei ha già sperimentato dunque, chissà, diciamo che i buoni propositi iniziali sono tutti da verificare, nel futuro.

Del resto anche suo marito, ora che è in forse si da molto da fare per riconquistarla. Ma questo non vuol dire che, una volta ri-conquistata , tutto non possa ritornare esattamente come era prima.

Quindi sono quasi alla pari: entrambi sono molto interessanti ed interessati (a lei) nella fase del corteggiamento, ma, come recita un vecchio adagio: non si sa mai come sarà un marito, prima di sposarlo (ovviamente vale anche per le mogli) .
E dunque, avendo sintetizzando il più possibile, e basandosi solo sulle poche cose che racconta, capisco che una operazione netta: one in-one out sia quasi impossibile.

Ma ci deve essere qualcosa che lei non cita, ma che trapela in quel: è giusto negare una possibilità. Una possibilità? Mi scusi ma non capisco. Non ha scritto che state assieme da nove anni nei quali, cito - ci sono stati ostacoli e motivi innumerevoli per non stare più insieme? Credevo che questa fosse l'ultima delle numerose possibilità che vi siete già dati. Ma forse, mi mancano alcuni passaggi.

Ed anche quel cuore rotto con il quale lei ha comunicato a suo marito che era innamorata di un altro, fa trapelare che, se pure rotto, un cuore che batte , c'è.

Questo mi fa pensare che non ci sia una netta separazione tra i due uomini, uno completamente bravo ed uno completamente cattivo Molto probabilmente uno ha dei pregi che mancano all’altro e viceversa.

Da una parte una nuova inaspettata emozione di un innamoramento folle e dall'altra il razionale di un ma è giusto? Che nasconde un passato più intenso del previsto. E questo contrasta un po’ con la sua dichiarazione di aver trovato ciò che le mancava e di cui aveva bisogno. A meno che lei non si riferisse alla cosiddetta ciliegina sulla torta ovvero a quel qualcosa che manca, ma che rappresenta solamente un di più a quello che già c'è e non è certo una alternativa.

Ecco, questa ipotesi, rende ancora più complesso l'operare una scelta. Tant'è che lei ci pensa da sette mesi. Sette mesi nei quali, mi immagino, che lei si sia ritrovata a fare l'equilibrista. E magari è stato anche intrigante.

Chissà , magari la soluzione ideale sarebbe proprio quella di essere sposata con entrambi, ma con una formula part - time di 6 mesi ciascuno.
Ma temo che sia più facile dirlo in teoria piuttosto che farlo in pratica.
Come le dicevo: sono tutti bravi a dare consigli agli altri.

Però ci pensi.
Se ancora oggi, dopo più di duecento giorni, non trova proprio il modo di sciogliere i suoi dubbi, allora le cose sono due: o lei è incontentabile e allora dovrà guardare meglio dentro di sé per capire cosa vuole realmente ed allo stesso tempo cosa è disposta a lasciare; pppure: di due non ne fanno uno e allora dovrà guardarsi intorno per cercare, altrove , quell'uno che cerca.

Nella speranza che possa trovare l’ispirazione per fare la scelta giusta le auguro un buon 2016

Saluti
Dott. Marco Emilio Ventura
Psicologo Psicoterapeuta Mental Coach
Genova

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , Doc Omosex? Forse è solo ipocondria , «Mi piacciono le donne ma guardo gli uomini», il dubbio di Alessandro , «Nessuno riconosce i miei sforzi», lo sfogo e la risposta dello psicologo , «Mi sento più uomo che donna, sarò lesbica?», i dubbi di una ragazza , «La mia ragazza è attratta da un'altra ragazza ma non mi vuole lasciare. Cosa devo fare?»

Oggi al cinema

The End? L'inferno fuori Di Daniele Misischia Thriller 2017 Claudio è un importante uomo d'affari, cinico e narcisista. Una mattina, dopo essere rimasto imbottigliato nel traffico delle strade di Roma, arriva finalmente in ufficio nonostante il notevole ritardo, ma rimane bloccato da solo in ascensore a... Guarda la scheda del film