Magazine Giovedì 20 febbraio 2003

Le parole sono un gioco

Ragione e sentimento. Logica e fantasia. Rigore matematico e libertà surrealista. Questi, tra i tanti, gli ideali accoppiamenti che s’incontrano e si scontrano nell’opera di Raymond Queneau, l’eclettico autore di Zazie dans le métro e di Fiori blu, nato a Le Havre sulla foce della Senna, il 21 febbraio del 1903, esattamente cento anni fa.
In occasione dell'anniversario le librerie Feltrinelli, in varie città d’Italia, renderanno omaggio allo scrittore nelle giornate di venerdì 21 e sabato 22 attraverso letture di testi e incontri critici. Alla Feltrinelli di Genova, per l’occasione, arriveranno Giorgio Bertone e Tonino Conte: un'accoppiata che ben rappresenta lo stile queneauiano (il rigore di un professore universitario come Bertone, e lo slancio di Conte, direttore artistico del Teatro della Tosse). Appuntamento venerdì alle ore 18.

Ma da dove nasce questo attrito ideale nella vita dello scrittore francese? È del 1928, cioè quando Queneau aveva solo venticinque anni, lo strappo col gruppo dei surrealisti capeggiato da Breton. Da qui in poi, Queneau segue un percorso letterario che fonde poesia e prosa, in un inseguimento continuo tra la regolarità esatta del verso, e la potenzialità infinita della prosa. Nascono così i "divertissement" letterari, come i Cent mille milliards de poèmes, un gioco ad incastro che sprigiona miliardi di componimenti da quattordici versi, i celeberrimi Esercizi di stile, e l'esperienza col gruppo dell'Oulipo (l'Ouvroir de Littérature Potentielle) al quale partecipa attivamente anche il nostro Italo Calvino.

Il titolo che si è scelto per l’evento è una perla che racchiude tutto il senso del gioco con la parola che Queneau ha esaltato: Per Queneau? Perché sì! (pronuncia: per-ke-nò?). Semplice e geniale.

Le altre città nelle quali le librerie Feltrinelli ospiteranno l’evento commemorativo sono Bari, Firenze, Milano, Torino e Napoli, dove parteciperanno, tra gli altri, Stefano Bertezzaghi e Iaia Forte.
di Simone Ortolani

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Io e Annie Di Woody Allen Commedia Usa, 1877 Alwy Singer è un attore comico che lavora per la radio e per la televisione. Ha successo, ma è portato alla depressione. Già messo in passato a dura prova da due matrimoni falliti, ha una storia con Annie Hall, intellettuale, carina,... Guarda la scheda del film