Magazine Mercoledì 9 dicembre 2015

Una storia assurda, ma non riesco a venirne fuori

Donna triste
© Shutterstock

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Ciao Marco,

sto molto male per una storia che ritengo assurda, ma dalla quale non riesco a venir fuori. Tre anni fa ho avuto una storia con un uomo per qualche mese, innamorandomi di lui follemente. Io uscivo da una lunga serie di storie sbagliate e lui mi ha corteggiata la prima volta che ci siamo incontrati. Siamo usciti assieme solo dopo un bel po’ di mesi da quando ci eravamo visti per la prima volta ma ci siamo messi assieme subito.

Lui fa un lavoro che lo impegna molto e che lo porta via molto spesso.
I litigi sono iniziati quasi subito, perché lui mi ha fin dall’inizio tenuta fuori da molta parte della sua vita e coinvolta poco, mettendo bene in evidenza che c'erano dei momenti che lui doveva e voleva avere soltanto con i suoi amici.

Le cose sono anche peggiorate quando ho cominciato a conoscerlo meglio: quando ho capito che in realtà era un uomo molto più in vista di quello che voleva far credere e che avrei dovuto intuirlo a prima vista.
Ho poi capito che faceva uso di droga, non so ancora ora quanto spesso, ma so di certo che avesse in casa delle cocaina.

La nostra storia finisce da un giorno all'altro, dopo diverse sue scomparse e con la richiesta di rimanere amici.
Non ci siamo più visti per tanto, poi rivisti un anno fa per una sola notte, dopo la quale lui mi ha detto che sarebbe partito all'improvviso per un mese. Non ho mai saputo se fosse vero o no. lo scorso settembre non so perché gli ho riscritto, ti assicuro che l'ho fatto soltanto per risentirlo, non pensavo ci sarei ricascata.

Invece ha ricominciato con frasi affettuose, sottili allusioni, per poi come sempre scomparire.
Ci sono rimasta legata ancora una volta e come una stupida l'ho accolto di nuovo a casa mia per poi vederlo scomparire ancora una volta.
Alla mia richiesta di spiegazione ed alla mia rabbia ha reagito bloccandomi e non dando alcuna scusa o spiegazione.

Io so razionalmente che questa storia è malata, che parte del problema sono io e le mie dipendenze, la mia sofferenza e la mia debolezza, eppure continuo a chiedermi: perché?
Perché si è comportato cosi?
Se n'è sempre fregato di me?
E perché mi ha mentito ancora?
Sono io esagerata e avrei dovuto vivere tutto in maniera più leggera?
Qual è il mio di problema?

Spero in una tua risposta.Grazie mille sin da ora,

Marta

Buongiorno Marta.
Ho letto la sua mail e le sue ultime domande e volevo rispondere subito alle sue ultime domande. Ma, poi, rileggendo , mi sono impantanato sulla definizione che lei da alla sua storia: "assurda".

Di getto avrei detto: ma perché la trova così "assurda"? Poi, tra me e me, ho convenuto che, si, è assurda. Ma, tant'è, sono andato a vedere cosa significa la parola "assurdo". E li ho capito dove stava l'imbarazzo: “assurdo” viene usato con una serie di significati che vanno da "stonato" a " illogico". E così , tutto si spiega. La sua storia è stonata, ma non illogica.
"Stonata" , perché è evidente che non state cantando la stessa canzone (se non in quei rari, brevi, unici, magici incontri).

Per il resto , la sua storia è assolutamente logica.
Lei è molto presa (follemente innamorata?) Lui molto meno. Ma non sta scritto da nessuna parte che: se A è innamorata di B , allora anche B deve essere innamorato di A.
Così come non infrange alcuna legge della logica scoprire che: a B può piacere tantissimo stare con A per una o più sere, ma non essere interessato a passare la sua vita con A.
Ma questi sono discorsi di una noia mortale.

Basta lasciar perdere la logica e accettare il fatto che la sua storia è semplicemente umana.
È la storia di due persone che, per chissà quale alchimia, si sentono attratte, ma hanno necessità, obiettivi, tempi, ruoli e stili di vita, troppo diversi per poter stare assieme per più di qualche ora.

Perché (lui) si è comportato così? Potrei darle molte risposte che lo spiegano. Chissà? Magari è una sorta di 007 impegnato in missioni segretissime e pericolosissime. Non lo sapremo mai .
In realtà sarebbe più importante sapere come mai lei si comporta così.
Un così che la porta a stare male e che l'ha portata a vivere una lunga serie di storie sbagliate.

Ma forse so già la risposta: durante un temporale che l'ha colta all' improvviso, lei è rimasta affascinata da un lampo che ha illuminato la notte, facendo vibrare la terra e l'aria...ed il suo cuore. E adesso vorrebbe che quel fulmine restasse nel cielo per tutta la notte!
Assurdo? Stonato? Illogico?
Semplicemente...umano.

Saluti Marta,

(Nell'attesa di un altro lampo di luce che la abbagli, non resti sotto la pioggia per troppo tempo)

Dott. Marco Emilio Ventura
Psicologo Psicoterapeuta Sessuologo
Genova

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , Doc Omosex? Forse è solo ipocondria , «Mi piacciono le donne ma guardo gli uomini», il dubbio di Alessandro , «Nessuno riconosce i miei sforzi», lo sfogo e la risposta dello psicologo , «Mi sento più uomo che donna, sarò lesbica?», i dubbi di una ragazza , «La mia ragazza è attratta da un'altra ragazza ma non mi vuole lasciare. Cosa devo fare?»

Oggi al cinema

Darkest Minds Di Jennifer Yuh Nelson Fantascienza U.S.A., 2018 Dopo che una malattia sconosciuta ha ucciso il 98% dei bambini, il 2% dei sopravvissuti sviluppa misteriosamente dei superpoteri. Proprio a causa delle loro straordinarie abilità, i ragazzi vengono dichiarati una minaccia dal governo e rinchiusi in campi... Guarda la scheda del film