Magazine Giovedì 14 dicembre 2000

Un libro intervista su Emanuele Luzzati

Magazine - Un libro intervista per gli amanti del teatro e non solo per gli amanti della lettura. Emanuele Luzzati si racconta, incalzato da Rita Cirio che lo invoglia a ripercorrere l'evoluzione della sua storia, come scenografo, costumista, ma anche come uomo. I ricordi di incontri e vicende che stanno particolarmente a cuore all'artista genovese, raccontati con accattivante semplicità. Anche per chi non è esperto di teatro, il libro svela la magia dell'arte teatrale, incuriosendo ed allettando il lettore grazie allo stile spontaneo e autentico che Luzzati regala alla lunga intervista. Un esempio: il ricordo di quando, ragazzino, andava a fare ginnastica a Castelletto con Aldo Trionfo.
Alla presentazione del libro presso la libreria Feltrinelli di Genova abbiamo chiesto a Luzzati quali sono i libri che ama: "In realtà non sono un grande lettore. Mi piacciono i libri che poi porto in scena, il Candido, Pinocchio, storie che stimolano altre avventure mentali...Più che lettore mi sento interprete visivo di un testo.” Luzzati, tanto prolifero nella sua arte, quanto criptico nella parola: durante la breve intervista si è rivelato molto gentile, questo sì, ma anche molto riservato e conciso. Quando gli ho chiesto quale rapporto ha con Genova, essendo lui un’artista di fama internazionale che ha lavorato molto anche all’estero, lui mi ha risposto “Ci vivo”. Luzzati, uomo di poche parole, grande disegnatore, grande creatore.

di Annamaria Tagliafico

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione