Magazine Giovedì 13 febbraio 2003

Tutto Maigret, libro per libro

Magazine - Il 13 febbraio di 100 anni fa nasceva Georges Simenon. Per i pochi che non sapessero chi sia, basterà dire due paroline: Commissario Maigret. Lo scrittore belga è infatti il “papà” di uno dei poliziotto più famosi della letteratura e della fiction televisiva (basti pensare alle interpretazioni di Jean Gabin in Francia e di Gino Cervi in Italia). Un poliziotto lontano dalla perfezione scientifica di Sherlock Holmes o di Philo Vance e dal machismo degli hard boiler americani. Uno, per intenderci, che somiglia tanto al Commissario Montalbano che tanto piace adesso. E Andrea Camilleri si è indubbiamente ispirato al personaggio di Simenon per creare il suo umanissimo poliziotto (tra l’altro è stato proprio Camilleri uno degli artefici della serie tv che aveva come protagonista Cervi negli anni ’60, quando lavorava in Rai).

Ebbene, per festeggiare degnamente l’anniversario, la Libreria Feltrinelli di via XX settembre organizza, in collaborazione con lo studio bibliografico L’isola che non c’è più e con il Centro Culturale Francese “Galliera”, una mostra di libri rari ed esauriti di e su Simenon dal titolo In vita mia ho sempre amato la nebbia. Verranno esposti, tra gli altri, i rarissimi e introvabili libretti stampati per essere letti in metrò. La mostra inaugura il 13 febbraio e durerà un mese: il Mese Simenon.
Le iniziative si susseguiranno nei prossimi giorni.

Venerdì 14 febbraio, il Cineclub Lumiere ha in programma la proiezione di due film tratti da altrettanti romanzi dell’autore:
Il caso difficile del commissario Maigret regia di A. Weidemann (1966) e Il commissario Maigret regia di Jean Delannoy (1958). Inizio degli spettacoli alle ore 21.
Al termine verrano estratti a sorte tra il pubblico alcuni gialli del commissario Maigret offerti dalla libreria Feltrinelli (da notare che l’editore Adelphi ha deciso di applicare uno sconto sui romanzi dell’autore).

Altri eventi sono ancora in via di definizione: al Centro Culturale Francese “Galliera” ci sarà una giornata dedicata a videoproiezioni di film tratti dai romanzi dell’autore e documentari (per gentile concessione del Fondo Ansaldi). E per finire il 12 marzo doppio evento per concludere il mese Simenon: alle ore 18 discussione e presentazione dell’opera dello scrittore belga presso la libreria Feltrinelli. Interverranno Giorgio Pinotti ed Ena Marchi, curatori della collana dei gialli di Maigret (ed. Adelphi) e Christophe Musitelli, direttore del Centro “Galliera”.
Alle ore 21 seguirà la proiezione di un film tratto dall’opera di Georges Simenon (titolo e sala da definire).

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione