Magazine Giovedì 13 febbraio 2003

Un concorso per riscoprire la Liguria

Per promuovere la cultura a Genova nel 2004 e attirare i giovani «bisognerebbe fare come fa il Grinzane Cavour».
Parola di Carlo Azeglio Ciampi. Il Presidente della Repubblica si è espresso in questi termini durante un incontro con i responsabili dell’organizzazione di Genova Capitale Europea della Cultura. Lo ha rivelato Gianni Plinio, Vicepresidente della Regione Liguria e Assessore alla Cultura al Turismo e allo Sport. Ma la Regione farà qualcosa di più: non si limiterà a “copiare” la fortunata formula del premio letterario nato nel 1982, che prevede il coinvolgimento di Giurie Scolastiche per determinare i vincitori di uno dei più importanti concorsi letterari in Italia, ma porterà il Grinzane direttamente in Liguria.

Nasce infatti Scrivi il paesaggio dell’olio, un concorso rivolto agli studenti delle scuole superiori teso a promuovere l’idea del territorio non solo in un’ottica paesaggistica o naturalistica, ma come deposito della storia e della cultura della comunità che lo abita. L’iniziativa vede coinvolti il , il , la , la e la . Il concorso è diviso in tre sezioni: una riservata agli studenti liguri dai 15 ai 20 anni, la seconda agli studenti di tutta Italia (sempre dai 15 ai 20 anni) e la terza a un personaggio del mondo della comunicazione che abbia contribuito in maniera determinante alla promozione della cultura dell’olio e dell’alimentazione di qualità attraverso servizi giornalistici, reportage televisivi, radiofonici o saggi.

Plinio sottolinea che a una prima edizione nel 2003 (scadenza bando di concorso il 10 giugno), ne seguirà una seconda l’anno prossimo, che si prevede essere «una delle iniziative di pregio per il 2004». Giuliano Soria, fondatore e Presidente del Premio Grinzane, ricorda: «Da 10 anni collaboriamo con la Regione Liguria per il Premio Grinzane – Giardini Botanici Hanbury in provincia di Imperia. Certo, abbiamo un codice di partenza molto piemontese, ma se il modello è applicabile anche altrove, ben venga. Del resto noi piemontesi consideriamo la Liguria una regione sorella: abbiamo tutti una memorabile estate al mare da ricordare». Il modello è quello di Scrivi il tuo sabato sera, Scrivi una lettera al tuo primo amore, Scrivi al tua canzone e, soprattutto, Scrivi il paesaggio del vino: concorsi che hanno coinvolto oltre 50mila partecipanti.

Da notare la soddisfazione di Fulvio Vassallo, consigliere regionale DS, che mette da parte le divergenze politiche e loda l’iniziativa della Regione, che, dice, «darà un contributo notevole a riscoprire e valorizzare il nostro entroterra». Sergio Buonadonna, del Secolo XIX, vede in questo concorso un «arricchimento identitario che parte dai giovani e li fa confrontare con le loro famiglie e il loro artigianato».
E già c'è chi pensa a una nuova iniziativa: Libereso Guglielmi, il "giardiniere" che ha collaborato con Mario Calvino, padre di Italo, invita a pensare anche alle castagne, un alimento che, al pari dell'olio, fa parte della cultura ligure.

Per partecipare al concorso, inviare gli elaborati (3 o 4 cartelle dattiloscritte 30 righe x 60 battute) a
Premio Grinzane Cavour – Concorso “Scrivi il paesaggio dell’olio” – via Montebello 21 – 10124 Torino
oppure a


Per i vincitori dei concorsi ligure e nazionale sono previsti premi di 2500 euro al primo classificato e 1500 euro al secondo classificato. Gli elaborati vincitori saranno inoltre pubblicati sul Secolo XIX.

(nella foto sotto un momento della presentazione del concorso alla Sala di Rappresentanza della Regione Liguria)
di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Shark Il primo squalo Di Jon Turteltaub Azione U.S.A., 2018 Un sommergibile oceanico – parte di un programma internazionale di osservazione sottomarina – viene attaccato da un’imponente creatura che si riteneva estinta e che ora giace sul fondo della fossa più profonda del Pacifico...... Guarda la scheda del film