Magazine Martedì 20 ottobre 2015

La Calabria di Gioacchino Criaco nel Saltozoppo

Gioacchino Criaco

Magazine - Gioacchino Criaco torna a parlare della Calabria, la sua terra natale a cui è profondamente legato e di cui svela la storia complessa e il carattere composito. «Un mondo estremamente misterioso, che sta nel cuore dell’Europa e che pochi conoscono. Quasi sempre ci si occupa della gente calabrese solo dal punto di vista della cronaca nera e si banalizza» - ci spiega lo scrittore.

Se con il romanzo d’esordio Anime Nere (Rubbettino, 2008), Criaco mostrava «una realtà fatta di tragedia e di vite sprecate per sfatare il mito del mondo criminale», con Il Saltozoppo, edito da Feltrinelli e da pochi giorni in libreria, risale indietro nel tempo per indagare le ragioni storiche e sociali di quella terra «complessa, un composto di razze diverse costrette a vivere in un fazzoletto di argilla rossa serrato fra due mari e un sole impietoso».

Una «terra strana, sospesa tra passato e presente», dove il tempo futuro nei verbi non esiste nel dialetto e «il domani è affidato al destino». E similarmente descrive la complessità di quel mondo criminale che non può essere racchiuso nello stesso contenitore chiamato ’ndrangheta: «la criminalità calabrese è frutto di tante cose... c’è dentro la cupidigia, il male che è parte dell’essere umano, però è anche imbottita di ingiustizia sociale, presunta o vera che sia».

Un mondo antico e impenetrabile in cui la storia si intreccia con il mito. La leggenda di Aschenez, pronipote di Noè, che parte dalla terra promessa per fondare Reggio Calabria e di un territorio abitato da antichi popoli italici che vide l’arrivo nel corso dei secoli di Greci, Romani, Bizantini, Arabi, Normanni, Svevi, Angioini, Aragonesi per arrivare ai Piemontesi e all’imposizione dell’unità italiana.

I protagonisti, e le voci narranti, de Il Saltozoppo sono – nei giorni nostri - gli eredi di questo passato antico e leggendario. Da un lato Julien Dominici, di quel popolo guerriero autoctono, i Lupi dell’Aspromonte che abitavano le rive del fiume Allaro, e dall’altro quello dei gemelli Agnese e Alberto Therrime, discendenti dell’Albania, la terra delle Aquile, giunti per combattere a fianco di Alfonso d’Aragona. Due stirpi accumunate da un odio atavico che «nasce dal sentimento di un popolo convinto di essere stato spodestato di una terra e una libertà che gli appartenevano» e che porterà Julien a cercare giustizia nella vendetta perpetuando le consuetudini ancestrali. Ma anche due stirpi che si legano attraverso l’amore tra Agnese e Julien e una storia di male che alla fine si spezzerà con i figli nati dalla loro unione. Artefice ne sarà Agnese, la quale capisce che il mostro di Julien non è invincibile e di avere la possibilità, e il compito, di mutare il destino.

«Le donne sono importantissime nel mondo estremo che io descrivo» - racconta Criaco - che precisa di essere partito per il nuovo romanzo concentrandosi proprio sulla figura femminile di Agnese. «Agnese, e tutte le donne, fanno una cosa diversa. Escono dal quel fatalismo che aveva poi distrutto Julien, che si lasciava trasportare dalla corrente nel fiume del destino dell’Allaro. Il nostro destino, di meridionali, di calabresi e di qualsiasi mondo marginale – conclude Criaco - può essere mutato solo da noi stessi. I fattori esterni possono essere di supporto, ma non cambieranno il nostro mondo se noi non decideremo di farlo».

di Roberta Gregori

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Un piccolo favore Di Paul Feig Drammatico 2018 Ho bisogno di un piccolo favore. Mi puoi prendere Nicky a scuola? È questa la semplice, comune richiesta che l'affascinante Emily fa alla sua nuova amica Stephanie, prima di sparire senza lasciare traccia. Mamma single tuttofare, vlogger per passione... Guarda la scheda del film