Magazine Mercoledì 5 agosto 2015

Io, lei e l'ex. Un'eterna indecisione. E ora che faccio?

Triangolo amoroso
© Shutterstock

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine - Ciao Antonella,

due giorni fa sono stato lasciato ma questa storia è talmente particolare che dovresti ascoltarla...
Tutto inizia a gennaio quando lei era fidanzata da un anno con un ragazzo che però conosceva da cinque e ci avvicianiamo e iniziamo a parlare con piccole cose quali battutine sulla mia passione per la palestra e cose del genere. Passano i mesi, tre per l'esattezza, e la cosa si fa sempre più interessante perchè continuavamo a parlare sempre più intensamente, quando mi vede uscire con altre fa l'offesa e arriva quasi a rivelarmi scherzando di essere attratta da me.

Aspetto ancora un po' e le faccio capire che con il fidanzato che incombeva non avrei fatto alcun passo e lì colpo di scena: lei lo lascia, sembrava tutto in discesa quando dopo soli due giorni ritornano insieme, inizio a pensare che fosse tutto un gioco e sparisco.

Tempo tre giorni si fa di nuovo viva dicendomi che le manco e che avrebbe lasciato nuovamente il ragazzo. Io le diedi delle scadenze e sempre tra il serio e lo scherzoso le mandavo countdown e cose simili. La svolta: trascorriamo una sera intera a parlare e in quella sera le dimoastro che in pochi mesi avevo capito ogni minimo aspetto del suo carattere, insicurezze,stranezze ecc ecc.

Lei non aveva lasciato ancora il ragazzo ma, facendosi promettere che non lo avrei detto a nessuno, scatta un bacio appassionato di un'ora e mezza e non sto esagerando. Il giorno dopo lei freddissima quasi mi ignora e così anche il giorno dopo finché, grazie all'intervento di un suo amico che aveva preso molto a cuore la buona riuscita della situazione, trascorriamo una serata e la notte insieme. Probabilmente una delle notti più belle anche se non facemmo nulla una volta a letto: dopo aver parlato un po' ci siamo baciati per tutta la notte fino ad addormentarci abbracciati. Qui registriamo il suo primo cambiamento almeno negli atteggiamenti i sensi di colpa erano assenti ed eravamo sereni.

Lascia li ragazzo e continuiamo a vederci, sentirci, baciarci ecc.La cosa diventava troppo importante per me e le chiedo di fidanzarci. Lei tentenna ma dopo un mese cede. Tutto sembrava andare per il verso giusto quando, per la prima volta, mi dice che con me sta benissimo, che solo io al mondo la faccio stare bene ma che, quando vede l'ex, le crolla il mondo addosso.

Le discussioni del genere saranno molte. La più degna di nota è la seguente: dopo una delle nostre notti passata come al solito ma con l'aggiunta di qualche preliminare fra una frase dolce e l'altra, mi dice di voler essere solo mia e quindi la mia ragazza, ma due giorni dopo mi chiede una pausa per pensare all'ex... Durante questa pausa arriva a ignorarmi totalmente per cercare persino di ritornare col suo ex, io cerco di non sparire totalmente e da lontano osservo.

Giorni dopo ci vediamo ad una festa e il parlare è inevitabile, con lei a fare il primo passo e a dirmi che in questa pausa ha capito che mi ama. Passa del tempo, ci rifidanziamo ufficialmente, ma ci saranno altre due discussioni del genere sull'argomento ex e sensazioni suscitate, che finiranno sempre però con lei che dice che vuole andare oltre questa cosa e con baci appassionati di lunga durata.

Viviamo la nostra storia quando un pomeriggio, in maniera del tutto naturale, lo trascorriamo a fare l'amore. Sembra di nuovo tutto in discesa quando, pochi giorni fa, parliamo e lei in pratica ma, non so fino a che punto, con le parole mi lascia dicendomi che non riesce a vivere la nostra relazione al massimo, che non può buttarsi in una relazione che sta diventando importante così presto dopo una storia di un anno, che devo darle l'unica cosa che non sono riuscito a darle in tutti questi mesi, ovvero tempo, perchè tutte le volte che avevamo affrontato questo discorso era finita alla nostra maniera tra baci appassionati e simili.

Questa volta è stato diverso invece, perchè lei ha evitato nel nostro discorso contatto visivo (ha sempre ammesso di non resistere ai miei occhi) e fisico tenendosi un pò distante... E, dopo essermi restata vicino per dieci minuti di silenzio assurdi, è andata via... Aiutami a riprenderla,

Giacomo

Caro Giacomo,

la tua lunga mail non dice le cose più importanti: quanti anni avete e che cos'ha questo ex di tanto attraente. Però ti dico comunque che cosa penso tu possa tentare per riprenderla: l'impossibile.

Perché dovresti fare esattamente quello che lei ti ha chiesto: lasciarle il tempo che le serve. Con un po' di freddezza in più però. Senza darle la sensazione di essere sempre pronto a ricominciare. Ma senza mosse puerili tipo tentare di farla ingelosire.

Stalle lontano, esci, fai la tua vita di sempre, frequenta gli amici e divertiti per davvero. Devi darle l'impressione di non essere un cretino che si consola in fretta, ma anche di essere un ragazzo indipendente, che sa apprezzare i momenti belli della vita.

Non grarantisco che torni, ma non pressarla in nessun modo è l'unica possibilità di creare le premesse per l'ennesima rinascita della vostra relazione.
Certo mi sarebbe piaciuto sapere come mai questa ragazza è così indecisa e come mai hai sopportato tutti questi cambiamenti di, diciamo, umore, senza mai protestare. Visto che non me lo hai detto, mi viene da pensae che tu abbia date per scontate troppe cose e che faresti bene a fare a te stesso le domande che non posso farti io.

Ciao,

Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Il settimo sigillo Di Ingmar Bergman Drammatico Svezia, 1957 Guarda la scheda del film