Magazine Lunedì 27 luglio 2015

Morto Sebastiano Vassalli, lo scrittore della Chimera

Sebastiano Vassalli
© facebook.com/pages/Sebastiano-Vassalli

Magazine - Il mondo della letteratura perde una delle sue voci: è morto Sebastiano Vassalli. Lo scrittore è scomparso all'età di 73 anni, dopo una malattia che durava già da tempo. Si è spento nella notte di lunedì 27 luglio a Casale Monferrato.

Classe 1941, nato a Genova, Vassalli si è trasferito sin dalla primissima infanzia a Novara. Accanto all'insegnamento, dagli anni '60 e 70 si era dedicato alla ricerca della Neoavanguardia, partecipando anche al movimento letterario Gruppo 63 che riuniva giovani intellettuali desiderosi di sperimentare nuove forme di espressione rispetto ai modelli tradizionali.

È con La Chimera che Vassalli raggiunge il successo. Romanzo storico del 1990, ambientato nel diciassettesimo secolo, La Chimera, deve il suo titolo al Monte Rosa, a come si vedeva dalla pianura novarese, negli occhi dei suoi contadini avvezzi al lavoro.
Con La chimera - che fornisce un accurata descrizione di come appariva, anche nelle sue credenze, il paesino di Zardino - Vassalli si aggiudica il Premio Strega e il Selezione Campiello.

Tra le sue opere - per citare alcuni titoli - si ricordano La notte della cometa, dedicato al poeta Dino Campana, Archeologia del presente e Cuore di pietra, dove troviamo ancora il paesaggio pimeontese e Un infinito numero, ambientato nell'antica Roma del principato augusteo.

L'8 luglio era stata annunciato l'assegnazione a Vassalli del Premio Campiello alla carriera che il Centro Novarese di Studi Letterari di cui Vassalli era socio onorario e nel comitato scientifico aveva così salutato: «Condividiamo la soddisfazione di Sebastiano Vassalli per il Premio Campiello alla carriera annunciato oggi e consegnato il 12 settembre al Gran Teatro La Fenice di Venezia quando uscirà da Rizzoli il suo nuovo romanzo storico lo, Partenope in cui torna al tempo della Chimera».

Nel maggio del 2015 era arrivata anche la candidatura ufficiale al premio Nobel 2015 per la Letteratura.

Due strade che Vassalli, purtroppo, non farà in tempo a percorre scomparso nella pianura della vita sulla Terra.

di R.M.

Potrebbe interessarti anche: , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male

Oggi al cinema

Domani Di Cyril Dion, Mélanie Laurent Documentario Francia, 2015 In seguito alla pubblicazione di uno studio che annuncia la possibile scomparsa di una parte dell’umanità da qui al 2100, Cyril Dion e Mélanie Laurent partono con una troupe di quattro persone per svolgere un’inchiesta in dieci... Guarda la scheda del film