Magazine Martedì 7 luglio 2015

«Preferisce il lavoro all'amore. Cosa devo fare?»

Coppia
© shutterstock

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine - Ciao Antonella,
ti scrivo per spiegarti un problema che sto passando da qualche giorno. In pratica sono fidanzato con la mia ragazza da quasi 3 anni, entrambi abbiamo 18 anni e stiamo bene insieme. A maggio, qualche giorno prima del suo diciottesimo compleanno mi avvisa dicendo che doveva partire per 20 giorni per uno stage in Calabria. Fin qui nulla di strano, perché comunque lo stage è ritenuto obbligatorio nel suo campo.

Cosa è successo poi: termina lo stage torna nella mia città, tempo 3 giorni e l'ultimo giorno mi avvisa che ha deciso di partire per la stagione a Jesolo per 3 interi mesi. Purtroppo è passata solo una settimana dalla sua partenza e mi manca, il telefono non basta per un rapporto così solido.

Siccome non ha ancora firmato il contratto le avevo chiesto se avesse potuto pensare a noi visto che la sua scelta presa era molto affrettata ma, ahimè, la sua idea è di restare lì solo per i soldi che le vengono offerti. Altro problema è che a fine luglio ci sarà il matrimonio di mio zio e, siccome la mia famiglia la rispetta, hanno deciso di invitarla. Ma so già che non lascerà il suo lavoro per venire qui da me per il matrimonio.

Io sono molto nervoso in questo periodo, ma allo stesso tempo triste e non riesco a darmi pace, perché l'anno scorso ho passato un'estate pessima per colpa dei suoi genitori. Come potrei fare?

Giuseppe

Puoi comportarti da adulto, caro Giuseppe, dato che questo è il rapporto che ritieni di avere con la tua ragazza.

È vero che siete molto giovani, ma è un vantaggio, non una giustificazione. Hai il vantaggio di iniziare presto a pensare il rapporto con una donna come paritario: uguali diritti e anche doveri.

Devi pensare alla tua storia come a una relazione tra persone indipendenti che mettono il lavoro davanti alle relazioni famigliari e anche all'affetto. Nessuno chiederebbe a un uomo di lasciare l'occupazione per partecipare a un matrimonio, vale anche per una donna.

Il lavoro non dovrebbe essere anteposto all'affetto, ma quest'ultimo non dovrebbe mai chiedere sacrifici del genere, dovrebbe essere d'aiuto, di supporto e di incoraggiamento per una carriera in divenire.

Caro mio, la tua ragazza mi piace: è determinata e positiva, non lasciartela scappare per immaturità.

Ciao,
Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?