Magazine Venerdì 3 luglio 2015

Premio Strega 2015: vince Nicola Lagioia con La Ferocia

Nicola Lagioia festeggia la vittoria del Premio Strega
© Premio Strega /Musacchio e Ianniello

Magazine - È Nicola Lagioia il vincitore del Premio Strega 2015. Con 145 voti per il suo romanzo La Ferocia (Einaudi, 2014), Lagioia ha conquistato la sessantanovesima edizione dell'ambito riconoscimento letterario.

Giovedì 2 luglio presso il Ninfeo di Villa Giulia a Roma, lo scrittore barese, classe 1973, ha festeggiato la vittoria bevendo il tradizionale liquore dello Strega, consegnatogli insieme ai 5000 euro del premio da Giuseppe D'Avino, amministratore delegato di Strega Alberti Benevento. A nominare il vincitore, al termine dello scrutinio, Francesco Piccolo (Premio Strega 2014) e Tullio De Mauro, presidente della Fondazione Bellonci.

Lagioia ha dedicato il premio alla moglie Chiara: «senza di lei La Ferocia non sarebbe stato possibile». Il romanzo, partendo dalla morte sospetta di Clara, figlia di una ricca e potente famiglia di costruttori baresi, si snoda come una saga familiare dalle tinte fosche. Il crollo di un sistema tra luci e ombre, in un contrasto tra il prevalere dell'istinto - la ferocia - e la società umana.

Sul secondo gradino del Podio Mauro Covacich con 89 voti per il romanzo La sposa (Bompiani), seguito dalla misteriosa Elena Ferrante con 59 voti per Storia della bambina perduta (E/O), poi dal vincitore dello Strega giovani, Fabio Genovesi con 37 voti per Chi manda le onde (Mondadori) e da Marco Santagata, anche lui con 37 voti per Come donna innamorata (Guanda).

Le preferenze sono state espresse dallo storico corpo dei votanti dello Strega, gli Amici della Domenica, insieme a 60 lettori forti, selezionati dalle librerie indipendenti italiane. 15 voti collettivi sono, invece, stati decretati da scuole, università e Istituti di Cultura all'estero, per un totale di 460 aventi diritto. Per il 2015 i voti espressi sono stati 368 (pari all’80,21% degli aventi diritto, 276 online, 92 cartacei e 1 scheda nulla).

Le preferenze collettive:

  • le 44 scuole italiane e straniere del Premio Strega Giovani hanno espresso la loro preferenza per Fabio Genovesi;
  • i comitati italiani e stranieri della Società Dante Alighieri (Benevento, Reggio Emilia, Roma, Praga e Tirana) hanno votato per Elena Ferrante;
  • la Karl Franzens-Universität di Graz ha votato per Elena Ferrante;

- gli Istituti Italiani di Cultura hanno votato: Fabio Genovesi (Amburgo); Marco Santagata (Atene); Elena Ferrante (Edimburgo), Fabio Genovesi (Helsinki); Nicola Lagioia (Los Angeles); Elena Ferrante (Montréal); Fabio Genovesi (San Paolo), Mauro Covacich (Tokyo); Marco Santagata (Stoccolma); Mauro Covacich (Strasburgo); Elena Ferrante (Vilnius); Mauro Covacich (Zagabria);

- La Casa Circondariale di Porto Azzurro ha votato per: Fabio Genovesi

Nel corso della serata, il vincitore della seconda edizione del Premio Strega Giovani Fabio Genovesi è stato premiato da Giuseppe Gori, vice presidente di Unindustria, con un assegno di 3.000 euro.

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Senza lasciare traccia Di Gianclaudio Cappai Drammatico Italia, 2016 Ha cercato di dimenticare, ma del suo passato Bruno porta i segni sulla pelle e sotto pelle, nascosti tra le pieghe dell'anima e del corpo, come la malattia che lo consuma lentamente. Fino a quando Bruno non ha l'occasione di tornare nel luogo dove tutto... Guarda la scheda del film