Maurizio Cattelan e i saluti da Rimini: arte e pubblicità - Magazine

Maurizio Cattelan e i saluti da Rimini: arte e pubblicità

Mostre Magazine Mercoledì 1 luglio 2015

Maurizio Cattelan / Saluti da Rimini
Altre foto

Magazine - «Saluti da Rimini» è la scritta che campeggia sui mille cartelloni apparsi oggi, mercoledì primo luglio nei luoghi simbolo della città romagnola. Una trovata artistico-pubblicitaria ad opera del poliedrico, discusso e provocatorio artista Maurizio Cattelan.

Una giovane Santa Teresa in estasi tra le patatine fritte, un uomo che ha un'erezione disegnata da un costume da bagno, un altro seduto su un divano e ricoperto da spaghetti al pomodoro. E ancora una donna un po' vintage riempie il bicchiere di un liquido non proprio specificato, mentre una vecchia auto tedesca gialla è completamente ricoperta di lattine e delle salamelle diventano sbarre di una prigione.

Fino al 30 settembre i manifesti di Cattelan, realizzati insieme al fotografo Paolo Ferrari e al team di Toilet Paper a cura di Maria Cristina Didero resteranno esposti a Rimini, per raccontare le mille contraddizioni di una città ricca di spunti e simbologia: dai Vitelloni di Fellini e i favolosi anni Sessanta all'austerity, dal lancio di nuove mode ai bagordi degli anni Novanta fino al cambiamento di rotta intrapreso oggi.

Tra arte contemporanea e pubblicità, dagli archivi di Toiletpaper Cattelan e Ferrari hanno selezionati otto scatti potenti e allusivi che catturano i significati simbolici di Rimini, in una narrazione che vuole anche essere interprete dell'Italia intera.

«Il ricco immaginario di Rimini - ha dichiarato la curatrice della mostra Maria Cristina Didero - con la compresenza di antichità e modernità, di tradizione e novità, di velocità e lentezza, con le mille sfaccettature del mare, della campagna, delle atmosfere circensi, del cosmopolitismo e insieme di un sano legame con le radici, è uno stimolo ineguagliabile per la cultura contemporanea. Questo progetto pubblico è un’occasione straordinaria per guardare a tutta la complessità della città, attraverso lo sguardo pungente di Toiletpaper di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari. Toiletpaper ha saputo proiettare le icone di Rimini in un immaginario di contrasti e cortocircuiti: con la loro visionarietà Cattelan e Ferrari hanno fornito alla città di Rimini un nuovo punto di vista sulla realtà».

Fotogallery