Concerti Magazine Teatro Carlo Felice Giovedì 9 gennaio 2003

Robert Levin in concerto

Il ospiterà lunedì 13 gennaio il pianista americano Robert Levin accompagnato dalla Academy of Ancient Music Wind Ensemble.

Robert Levin suona come solista al pianoforte e al fortepiano in recital e in formazioni da camera. Ha studiato pianoforte con Louis Martin e composizione con Stefan Wolpe a New York e Nadia Boulanger a Parigi, dopo essersi diplomato ad Harward. È stato direttore del dipartimento di teoria musicale del Curtis Institute of Music che ha lasciato dopo cinque anni per dirigere in residenza il Conservatorio Americano di Parigi su invito di Nadia Boulager. Dal 1986 al 1983 è stato professore di pianoforte alla Staatliche Hochhule für Musik di Friburgo.

In questi anni la sua carriera di concertista è stata molto densa di impegni e ha collaborato con le migliori orchestre in Europa e nel mondo come i London Classical Players, l’Orchestra of the Age of Enlightement, l’Orchestre Révolutionaire et Romantique e, appunto, l’Academy of Ancient Music che lo accompagnerà lunedì.

All’attività concertistica Levin affianca quella di studioso e teorico, soprattutto di Mozart. Ha completato i Frammenti strumentali mozartiani e la sua edizione della sinfonia Concertante K 29 B in mi bememolle maggiore, e ha vinto il Grand Prix International du Disque nel 1985.

È famoso per la reintroduzione dell’improvvisazione nei concerti classici.

L’Academy of Ancient Music riunisce i quattro principali solisti del sodalizio fondato da Christofer Hogwood nel 1973. È composta da Frank De Brune all’oboe, Anthony Pay, clarinetto, Anthony Halstead, corno, Danny Bond, fagotto.
Prima orchestra del suo genere a incidere tutte le sinfonie di Mozart, nella sua discografia per la Decca, ci sono oltre 100 titoli. Ha, inoltre, registrato sinfonie di Beethoven, capolavori di Bach e Handel, messe e sinfonie di Haydn e opere liriche. Il direttore, Chritopher Hogwood è stato affiancato nel 1997 da Paul Goodwin e Andrew Manze.

Ecco il programma del conecrto di lunedì:
W.A. Mozart, quintetto per fiati e pianoforte in mi bem. Magg. K452.
L.V. Beethoven, sonata in do min. po. 13 “pathetique”
Quintetto per fiati e pianoforte in mi bem. magg. op. 16.
Biglietti 15 € platea, 15 € galleria.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Johnny English colpisce ancora Di David Kerr Azione 2018 Alla vigilia di un importante summit internazionale, un attacco informatico rivela l'identità di tutti gli agenti segreti britannici sotto copertura. L'unico rimasto sul campo è in pensione, non ha idea di cosa sia un'App, e si chiama "English,... Guarda la scheda del film