Magazine Venerdì 3 luglio 2015

Le Mani Insanguinate di Maurizio De Giovanni

Paura
© Shutterstock

Magazine - Con la calibrata e intensa prefazione di Paola, amica, compagna attenta e quasi nume tutelare di Maurizio De Giovanni, che con Mani Insaguinate (Cento Autori, 2014, p.179, 12,75 Euro) pubblica quindici racconti brevi ma incisivi e densi di pathos.

Belli, coinvolgenti e facilissimi da leggere, si volano. E quasi tutti soavemente o crudelmente tristi con l’unica eccezione di: Il maschio dominante, che descrive un crescente e raffinato gioco umoristico che sferza l’arrivismo.

Per tutti gli altri invece ci confrontiamo, a ogni angolo di strada pare, con multiformi sfaccettature di emozioni.

Racconti soavemente tristi, dicevo di alcuni, e cito volentieri a esempio per il pudore e la sensibilità nell’affrontare certi temi: la dolcezza di La canzone di Filomena, lo spasmodico desiderio di vivere in Quando guarisco, il doloroso rimpianto del Piccolo Francesco, lo struggimento provato con Ritornare ogni notte, la forza d’animo di Chi difende Margherita e il sofferto ricordo di Ex voto.

Mentre ho trovato crudelmente tristi gli altri che descrivono situazioni, magari al limite del credibile o danno risonanza a personaggi e fatti ignobili come: la protervia delle donne in Io e mia sorella, l’assoluta disumanità in Quanto mi manchi in primavera, il dittatore gabbato di Basta uno sguardo, l’angoscioso dilemma di Per amore di Nami, l’orrore in La storia di Maria, il riscatto di Quello che è giusto, la cupa follia di Le voci dal muro e la vendetta perpetrata in Il bicchiere della staffa.

Una raccolta intelligente che ho bruciato alla svelta, con un’incontenibile fame di arrivare in fondo.

Grazie Maurizio per questa tua facilità, sapere di scrivere o meglio per questa tua splendida e folle “logorrea” letteraria che ti rappresenta.

di Patrizia Debicke van der Noot

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Soldado Di Stefano Sollima Azione U.S.A., Italia, 2018 Nella guerra alla droga non ci sono regole. La lotta della CIA al narcotraffico fra Messico e Stati Uniti si è inasprita da quando i cartelli della droga hanno iniziato a infiltrare terroristi oltre il confine americano. Per combattere i narcos l’agente... Guarda la scheda del film