Magazine Lunedì 4 maggio 2015

Cent'anni di solitudine, rubata la prima copia con dedica di Marquez

Gabriel Garcia Marquez
© turismoincolombia.it

Magazine - Una copia di Cent'anni di solitudine nella prima edizione del 1967 con dedica e firma di Gabriel Garcia Marquez è stata rubata sabato 2 maggio a Bogotà nel corso della Feria Internacional del Libro.

Il volume, di proprietà del libraio bogotano Alvaro Castillo, era contenuto in una teca chiusa a chiave e sotto costante vigilanza all'interno del padiglione Macondo, dedicato proprio all'opera di Marquez per celebrare un anno della scomparsa.

Si tratta di una copia di pregio, una delle ottomila prime stampe che hanno poi reso lo scrittore famoso in tutto il mondo grazie al suo capolavoro. Ma il libro in questione ha anche e soprattutto un valore aggiunto, infatti, reca una dedica speciale ad Alvaro Castillo: Per Alvaro, pastore dei libri, come ieri e come oggi, con la firma del premio Nobel.

La copia di Cent'anni di solitudine «fa parte del patrimonio nazionale colombiano», come ha dichiarato Castillo alla stampa, aggiungendo anche che è impossibile da commercializzare.

Attualmente sono in corso le indagini per capire attraverso i filmati come sia stato possibile che il libro di Marquez sia stato trafugato.

di ChiP

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione