Magazine Giovedì 23 aprile 2015

Oak Ridge, la città atomica segreta guidata dalle donne

Le donne che cambiarono la Seconda Guerra Mondiale: particolare della copertina
Altre foto

Magazine - Riporto fedelmente dall’introduzione del libro Le donne che cambiarono la Seconda Guerra Mondiale. Il progetto top secret che decise le sorti del conflitto (Newton Compton, 2015, 382 pp, 9.90 Eu, traduzione di Gabriele Giorgi) di Denise Kiernan: Da molto tempo nelle profondità degli Appalachi meridionali sono sepolti segreti, coperti da strati di scisto e carbone, sotto le antiche colline delle Cumberlands e in agguato tra le ombre delle Smoky Mountains, al termine della dorsale che serpeggia giù per la costa est. Questa terra dei Cherokee fu teatro di trattati, colonizzazioni e concessioni territoriali. I nuovi arrivati traversarono il valico di Cumberland Gap, creandosi piccole fattorie e grandi vite, in una regione dove l’alternanza di crinali e vallate cullava le nuove comunità negli anfratti più reconditi della terra. Isolate. Indipendenti. Nascoste.
Nel 1942, un nuovo segreto giunse in questa parte del mondo. La terra tremò con
vigore e fece spazio a un’alleanza senza precedenti tra forze militari, industriali e scientifiche, forze che si unirono per creare l’arma più potente e controversa che l’umanità abbia mai conosciuto. Quest’arma liberava il potere presente nel principale elemento invisibile di tutti i tempi, scatenava l’energia dell’unità base della materia nota come atomo.
Lo scrittore H.G. Wells avrebbe potuto definire
imbrigliatori del sole le persone che calarono su questi crinali e valli. «E ora sappiamo che l’atomo, che una volta ritenevamo duro e impenetrabile, invisibile, definitivo e senza vita – senza vita – in realtà è un immenso serbatoio di energia…», scriveva nel suo libro del 1914, La liberazione del mondo, un titolo minore dell’autore della Guerra dei mondi, in cui descriveva come il potere del nucleo venisse imbrigliato: «E queste bombe atomiche che la scienza fece detonare sul mondo quella notte furono strane perfino per gli uomini che le usavano».

La cosa più straordinaria è che Wells scriveva questo molto prima che fosse scoperto il neutrone e parlava di bombe atomiche quando nessuno ne conosceva il potere né aveva mai sperimentato la spaventosa potenzialità.
Nell'autunno del 1942, i residenti di una fascia rurale del Tennessee orientale furono espropriati in un batti baleno delle loro vecchie case e fattorie. E il governo degli Stati Uniti, con a disposizione più di 59.000 acri di terra, in pochi mesi tirò su una pioneristica città, Oak Ridge, in Tennessee, che arrivò ad avere una popolazione di più di 75.000 persone, ma non figurò mai nelle mappe e che, al culmine della Seconda Guerra Mondiale, arrivò a consumare più energia di New York.

Perché tanta segretezza? Chi erano i cittadini di questa strana e misteriosa Oak Ridge? E cosa facevano? Migliaia di persone, tra le quali moltissime donne, si trasferirono dal 1943 a Oak Ridge, per un riservatissimo esperimento voluto del governo degli Stati Uniti: riuscire ad ricavare l'uranio per fabbricare la prima bomba atomica del mondo. Ma bocche cucite fu il dogma per tutti, sia per il più famoso scienziato, che per il più piccolo operaio. E nulla o quasi si seppe del progetto in sé e delle persone implicate fino alla conclusione della guerra (ma quel drittone di Stalin, che aveva infilato una spia sotto copertura all’interno della ricerca, seppe).

Solo grazie al lungo lavoro di ricerca di Denise Kiernan, durato sette anni e corredato da interviste in prima persona alle donne che erano là: scienziate, operaie, segretarie e mogli che avevano accompagnato i mariti con la famiglia, e a una documentazione desecretata di recente, è nato questo libro che racconta una tra le più coinvolgenti pagina di storia, legata al secondo grande conflitto mondiale. Il libro ha avuto grandissimo successo negli States, dove è stata realizzata anche la fortunata serie tv Manhattan.

Come ci spiega Denise Kiernan, per carenza di manodopera maschile - la guerra aveva portato gli uomini a combattere lontano - gran parte del lavoro a Oak Ridge fu fatto dalle donne. La cover del libro in bianco mostra una giovane donna nel 1940 con una valigia in mano, appoggiata al cofano di una macchina. Questa era solo una delle migliaia reclutate dal governo e che provenivano da città del nord-est, dalle aziende agricole nel Sud o dalle piccole città del Midwest, che furono pagate molto bene per allora e anche per questo e in nome della salvezza della patria accettarono di vivere in una specie di città fantasma, stipate in roulotte o in file ordinate di prefabbricati dormitori e con docce e cucine comuni. Houses, più grandi ma sempre provvisorie, furono riservate agli scienziati, ai medici e alle famiglie. C’erano anche un efficiente ospedale e un’infermeria.

La vittoria alleata in Europa, l’8 maggio 1945, non fermò Oak Ridge. Solo dopo Hiroshima, l’America tutta seppe dell’esistenza della sua città atomica ma, mentre si festeggiava la definitiva fine della guerra, l’opinione pubblica dovette affrontare lo choc per lo spaventoso impatto della bomba atomica sui giapponesi. Alcune delle novantenni testimoni di questa epopea - così possiamo senz’altro definire questa avventura americana degli anni ‘40 - vivono ancora oggi a Oak Ridge diventata una bella e ridente cittadina di 28.000 abitanti, ma che conserva ancora le tracce di un glorioso e pioneristico passato guerriero.

di Patrizia Debicke van der Noot

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Fotogallery

Oggi al cinema

Animali fantastici e dove trovarli Di David Yates Fantastico U.S.A., Regno Unito, Palestina, 2016 1926. Newt Scamander ha appena terminato un viaggio in giro per il mondo per cercare e documentare una straordinaria gamma di creature magiche. Arrivato a New York per una breve pausa, pensa che tutto stia andando per il verso giusto…se non fosse... Guarda la scheda del film