Magazine Lunedì 2 dicembre 2002

Dieci anni per scoprire la Liguria

Dieci anni di Fondazione Carige. Che vuol dire dieci anni di impegno nel campo dell’arte e della conservazione dei Beni Culturali, in quello della sanità, della ricerca e dell’istruzione e in quello dell’assistenza ai deboli. Dieci anni che sono stati festeggiati lo scorso 15 dicembre (la Fondazione è stata costituita nel 1991), ma che vengono oggi “solennizzati” con un’iniziativa prestigiosa: un libro che racconti gli interventi in ambito culturale sul territorio: Liguria svelata.

«La Fondazione ha sempre cercato di ripartire equamente gli interventi nei vari campi. Ma da quest’anno, visto l’avvicinarsi del 2004, abbiamo voluto riservare una maggiore attenzione al settore artistico e alla promozione delle attività culturali», spiega il Presidente Vincenzo Lorenzelli. Il quale chiarisce come mai il compleanno venga festeggiato con un certo ritardo. C’è voluto del tempo, dice, per riuscire a portare a termine un lavoro di inventario degli interventi, altrettanto ce n’è voluto per dargli la forma del libro.

Un libro di grande pregio, che in trecento pagine permette di compiere un viaggio attraverso la Liguria che c’è ma non si vede, quella che spesso rifugge dai riflettori. Una Liguria che non è solo sulla costa: «Vogliamo lanciare l’immagine di una regione ricchissima il cui entroterra è da scoprire. Oggi la ricchezza di una nazione si misura dalla qualità della cultura e da quella della vita: ecco perché dico che la Liguria è ricca». E ricco di suggestioni è il testo in questione, curato nella parte letteraria da Sergio Buonadonna e in quella storico artistica da Clario Di Fabio. Foto e grafica di alta qualità (rispettivamente ad opera di Andrea Sorgoli e di Fabio Vimercati), scritti di specialisti che illustrano ottantdue degli oltre trecento interventi di recupero, lampi narrativi di alcuni dei più importanti scrittori italiani. Nico Orengo, Laura Pariani, Gina Lagorio, Maurizio Maggiani e Bruno Arpaia.

Gli interventi, sottolinea la Soprintendente Regionale per i Beni e le Attività Culturali della Liguria Liliana Pittarello, sono i più svariati: chiese, quadri, palazzi, ma anche organi, stendardi, arredi. Si va da Villa Nobel a Sanremo a Palazzo Ducale, dall’Abbazia dell’Annunziata al Cristo nero nell’oratorio di San Giacomo delle Fucine, dal tabarrino ottocentesco di San Biagio agli Ex Voto del Santuario di Megli, fino, in una delle tante escursioni “fuori porta”, alla sinagoga di Cuneo: perché la Fondazione centra il suo interesse soprattutto sulle province di Genova e Imperia, ma non manca di guardare a Savona e a La Spezia, e pure al di fuori del territorio ligure. Pittarello sottolinea anche l’importanza di questi interventi come «volano per gli operatori che hanno eseguito i lavori, dando la possibilità ai saperi di perpetuarsi».

Insomma, il libro propone un «ritratto di Liguria non proprio usuale», come dice Buonadonna. Un itinerario che parte dal ponente, la Porta Occidentale d’Italia e arriva al levante attraverso gli interventi “in calce” dello scrittore Giuseppe Conte. Un itinerario se vogliamo anche turistico, perché, ricorda Lorenzelli, «è inutile negare che investire nel campo dei Beni Culturali porta anche a un incremento del turismo».

(nella foto, da sinistra Clario Di Fabio, Vincenzo Lorenzelli, Liliana Pittarello e Sergio Buonadonna)
di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Tempi Moderni Di Charles Chaplin Commedia Usa, 1936 Impazzito per i forsennati ritmi di lavoro della catena di montaggio, Charlot finisce in ospedale e quando ne esce non ha più lavoro. Trova lavoro come cameriere in un ristorante dove canta la sua ragazza, ma deve fuggire e i due si ritrovano all'alba,... Guarda la scheda del film