Magazine Martedì 26 novembre 2002

Il colpevole lo trovi a mentelocale

Gorilla blues
Sandrone Dazieri
Mondadori-Strade Blu
12 euro

Pensate a mentelocale, cosa vi viene in mente? Il nostro beneamato sito web, ci mancherebbe altro. E gli aperitivi, il Café, il brunch, il buffet, il ristorante. Insomma, a ognuno il suo. A , ad esempio, è venuto in mente un noir. Ebbene sì, lo scrittore è venuto a trovarci lo scorso anno per presentare il suo , e quando si è trattato di scrivere un nuovo romanzo, Gorilla blues, da ambientare in parte a Genova, ecco che spunta fuori Mente Globale, “info-caffè” con sede a Palazzo Ducale. All’ultimo piano c’è anche una mansarda con la redazione di un giornale on-line. Non so voi, ma a noi sono fischiate le orecchie.

«Ho scelto di ambientare una parte del libro a mentelocale innanzitutto perché era uno dei pochi posti di Genova che conosco, e cerco sempre di scrivere di quello che ho presente. Eppoi mi ero trovato bene quando c’ero stato. Ma soprattutto, ho trovato estremamente interessante e caratteristico il fatto di trovare in un luogo storico e antico come Palazzo Ducale un posto così hi-tech, all’avanguardia», spiega Dazieri. Il quale ha scritto un romanzo noir, e quindi, per definizione, radicato nella realtà: «Il mio non è un mondo reale, ma gli somiglia parecchio. Ho deciso di parlare del G8 perché i miei libri nascono dalle cose che mi colpiscono a livello emotivo. Sono legati all’attualità, quindi era necessario parlare di certe cose. Poi, visto che non faccio il giornalista, posso fare degli esempi, delle ipotesi, senza dover portare le prove, ma viene fuori come la penso».

Qui si impone una piccola digressione. Non pensate che il romanzo sia tutto incentrato sul summit. Il Gorilla, primo detective schizofrenico della storia del noir, si trova a Genova sulle tracce di un ragazzo scomparso dalle ridenti rive del Lago Maggiore. Però resta il fatto che Genova sta diventando uno scenario sempre più ricorrente sulle pagine dei maggiori autori italiani: oggi in prima pagina del Secolo XIX, Silvia Neonato lamenta che il Comitato per il 2004 non ha previsto iniziative relative alla letteratura. Sembra un controsenso e speriamo che non si faccia davvero l'errore di dimenticare gli scrittori proprio mentre loro si ricordano della città.

Ma torniamo al romanzo. Posso darvi un’altra anticipazione: il colpevole non è nessuno dei redattori di mentelocale.it. Per il resto non starò a raccontarvi la trama, rischierei di rovinarvi il gusto della lettura. Che è un gran bel gusto. Perché Dazieri ha trovato un personaggio forte, che conquista. Un detective brutto e cattivo, un duro che se la fa addosso, un tipo che preferirebbe starsene svaccato sul divano a bere, e invece si ritrova a lavorare per tirare avanti. Un tipo familiare, che vi costringe a stargli attaccati dall’inizio alla fine. A dire il vero c’è parecchia gente che gli sta addosso, anche troppo: i clienti, che un po’ si fidano e un po’ no, i carabinieri, che non si fidano per niente, gli amici, che si fidano loro malgrado. E ancora: naziskin, militanti dei centri sociali, giostrai, maniaci omicidi. Chi vuole picchiarlo, chi ucciderlo, chi arrestarlo: ce n’è per tutti.

Del resto Dazieri ci ha abituato a questo circo variegato e scoppiettante. Se per caso non lo aveste già fatto, vi consiglio di leggere prima Attenti al Gorilla e La cura del Gorilla, per entrare ancora meglio in questo universo scoppiettante. Se avete già letto quei libri, penso che non ci sia bisogno di invitarvi alla lettura di questo terzo capitolo della saga, perché sono convinto che i primi due vi avranno conquistato.
di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Ant-Man and the wasp Di Peyton Reed Azione U.S.A., Regno Unito, 2018 Scott Lang deve affrontare le conseguenze delle proprie scelte sia come supereroe sia come padre. Mentre è impegnato a gestire la sua vita familiare e le sue responsabilità come Ant-Man, si vede assegnare una nuova e urgente missione da... Guarda la scheda del film