Concerti Magazine Domenica 15 febbraio 2015

Conchita Wurst a Sanremo 2015. Luxuria: «Carlo Conti è un maleducato»

Sanremo 2015: Carlo Conti e Conchita Wurst
© sanremo.rai.it

Magazine - La 65esima edizione del Festival di Sanremo si è già conclusa, ma sulla kermesse restano vivi gli strascichi della polemica fatta emergere da Vladimir Luxuria, ex deputata e attivista Lgbtiq. Nel mirino la partecipazione al Festival di Conchita Wurst, cantante austriaca e drag queen che nel 2014 ha vinto l'Eurovision Song Contest di Copenaghen.

Secondo Luxuria la colpa di Carlo Conti sarebbe stata quella di usare pronomi maschili e il nome di nascita di Conchita Wurst, Tom, durante l'intervista al teatro Ariston. Il conduttore ha però negato ogni responsabilità, parlando a Tv Talk e spiegando di averne parlato direttamente con l’artista: sarebbe stata lei a chiedergli di chiamarla Tom.

Durante la conferenza stampa di domenica 15 febbraio, poi, Conti ha ribadito: «Sul palcoscenico dell'Ariston ho chiamato Nek Filippo e Raf Raffaele. Allo stesso modo ho chiamato Conchita Tom. Trovo che non ci sia niente di male, dato che Conchita è il suo nome d'arte, mentre Tom è il suo nome all'anagrafe. Non volevo offendere nessuno. Se lo avessi fatto, chiedo scusa».

Luxuria, nel frattempo, si è rivolta direttamente a Conchita. La transgender, la prima ad essere eletta in un parlamento europeo, ha contattato direttamente la Wurst su Twitter per far luce sulla vicenda: «Ho chiesto al conduttore di Sanremo Carlo Conti perché ti avesse chiamato Tom, e lui mi ha detto che eravate d'accordo prima, è vero?».

La risposta della cantante: «No, sono stata sorpresa anche io». Luxuria lancia così l'ultima stoccata al conduttore: «Allora mi ha mentito per nascondere il suo comportamento maleducato».

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Macchine mortali Di Christian Rivers Azione 2018 Dopo una guerra che ha devastato il mondo in sessanta minuti, ridefinendone addirittura la geografia, Londra è diventata una città predatrice, in movimento su enormi cingoli e armata di arpioni, che ha lasciato l'Inghilterra in cerca di... Guarda la scheda del film