Magazine Lunedì 26 gennaio 2015

Quella rossa primavera. Il nuovo libro di Augusto Vegezzi

Robert De Niro e Gérard Depardieu in Novecento di Bernardo Bertolucci

Magazine - «Noi dobbiamo andare oltre in altro modo. Un dio assente di fronte al dolore anche di un solo bambino o alla carneficina di decine di milioni di esseri umani e alle inaudite sofferenze dell’umanità, esista o non esista, non rappresenta una soluzione. Il futuro è affidato agli uomini, ai loro pensieri, alle loro voci, al loro dovere e diritto di scegliere il bene contro il male. È l’umanità nella sua evoluzione che ha costruito la Bellezza, la Giustizia, la Bontà, la Cultura, insomma la Civiltà come valori condivisi da rinnovare, migliorare e ricostruire sempre di nuovo. Umanità, valori umani. Giusti, benevoli. Io sono un essere umano e ho i diritti e i doveri di un essere umano, ai quali ispiro la mia unica vita. Vivere la vita. Questo è tutto. Quindi ribadisco il mio principio: Fa' quel che devi. E d’ora in poi cercherò di capire la realtà nei suoi diversi aspetti che accetto e amo com’è e come deve diventare anche grazie alle mie scelte».

Questo brano è tratto dall'ebook Quella rossa primavera 1943-1945 (lulu.com, 2014, 389 pp, 4.99 Eu) di Augusto Vegezzi. È la storia di due giovani di buona famiglia, Renè e Orlando, nella tragedia della guerra civile, dal 1943 al 1945. Ricordate Novecento, il bel film di Bertolucci? Ebbene, l’atmosfera è la stessa.

L’aia, la vita dei contadini sfruttati dai sior paron dalle belle braghe bianche, i partigiani, il ricco e ribelle Renè di 16 anni appena, aiuto partigiano, e l’amico Orlando, feroce sterminatore della sua nobile famiglia, a lui invisa. Doppiogiochista, pronto a passare dalla decima Max al servizio dei liberatori americani. Le esperienze sessuali del duro e puro Renè, il sesso selvaggio con la sua futura moglie Lili, in cima al campanile di Piacenza illuminata dai bombardamenti.

Mesi, due anni di trasformazioni dei due protagonisti, Renè e Orlando, veri acrobati intellettuali e pragmatici, capaci di balzi e perfino di volare, con l’entusiasmo di essere superiori alle miserie della realtà,alla mediocrità degli uomini, anche dei più grandi, e alla tirannia del destino. Uomini liberi, ma in dovere di realizzare la loro libertà, con l’obiettivo di tener duro, non fallire, di resistere senza scoraggiarsi.
Renè e il suo tentativo di migliorare l’Italia per rendere la vita di tutti felice e libera. Con l’amore della sua vita, la bellissima e sensuale Lili.

In sintesi la storia narrata in queste pagine, intrise di filosofia , cultura, citazioni, insomma, un libro dotto, avvincente, sensuale, a volte persino irritante. Ma da leggere, per non dimenticare.

Franca Speranza

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Animali fantastici e dove trovarli Di David Yates Fantastico U.S.A., Regno Unito, Palestina, 2016 1926. Newt Scamander ha appena terminato un viaggio in giro per il mondo per cercare e documentare una straordinaria gamma di creature magiche. Arrivato a New York per una breve pausa, pensa che tutto stia andando per il verso giusto…se non fosse... Guarda la scheda del film