Gravidanza. A cosa serve un corso post parto? - Magazine

Gravidanza. A cosa serve un corso post parto?

Fitness Magazine Venerdì 23 gennaio 2015

Magazine - Anche se la gravidanza rappresenta il momento più bello e naturale della vita di una donna, è importante che la neomamma riceva l’aiuto e tutte le informazioni di cui ha bisogno sia prima del parto sia dopo il parto. Frequentare un corso postparto è infatti vivamente consigliato sia perché fornisce consigli concreti sull’allattamento, sull’alimentazione e la gestione dei primi piccoli disturbi del neonato, sia perché può assicurare alla donna un importante aiuto dal punto di vista psicologico.

In molti casi infatti, dopo il parto, possono sorgere nella neomamma alcuni sentimenti e stati d’animo prima sconosciuti e talvolta anche opposti tra loro. Il cambiamento rappresentato dalla nascita di un bambino spesso genera un forte bisogno di aiuto. Spesso non basta avere vicini il proprio partner o i propri familiari, ma è necessario affidarsi a una consulenza psicologica oppure a un gruppo di supporto di neomamme, che condividono con la donna pensieri, dubbi e stati emotivi.

I corsi di supporto psicologico postparto possono contrastare o lenire gli effetti di fenomeni come il baby blues (che riguarda circa il 70% delle neomamme) e la depressione post parto (che coinvolge circa il 20% di esse). Molto comune nei primi giorni di vita del bambino, il baby blues si manifesta quando la donna torna a casa dall’ospedale e per la prima volta deve affrontare da sola la vita quotidiana con il bambino. Questa nuova condizione può generare sentimenti di paura o stati depressivi, che però durano solo poche settimane. Nel caso della depressione post partum, invece, questi stati emotivi sono più persistenti e amplificati. Tale fenomeno provoca nella donna momenti di apatia e ansia, timori ricorrenti, insonnia e disturbi della fame. Un corso di supporto psicologico postparto può dunque essere molto importante per contrastare entrambi questi disturbi.

Tali corsi però sono consigliati anche alle donne che non devono affrontare i problemi del baby blues o della depressione post partum, dal momento che rappresentano un momento di confronto e condivisione utile per tutte le neomamme. Si può scegliere tra sedute individuali o di gruppo, in cui dialogare e chiedere consigli anche alle altre donne. Grazie al supporto psicologico necessario, ogni donna può così imparare a esplorare il suo nuovo mondo interiore e a conoscere e gestire i nuovi stati emotivi che la maternità le regala, vivendo con consapevolezza e gioia i primi passi del suo piccolo.