Magazine Giovedì 20 novembre 2014

Fischio finale, il calcio da romanzo (a tinte noir)

Magazine - Fischio finale, antologia a cura di Gianluca Ferraris (Novecento 2014, 258 pp., 9.90 Eur), racconta l’anima più nera del calcio. Magari la più vera del calcio inteso come sport? E dunque il mondo dello sport fatto di giocatori, ma anche di persone, fatti, eventi “collegati” e… di “sportivi”. Sportivi già! E tutti sanno che in italiano il sostantivo maschile sportivo, oltre al suo significato assolutamente letterale (= che pratica uno sport o gli sport in genere) ha assunto anche quello più conforme agli usi e costumi dello stivale (= chi si interessa dello sport, seguendone con assiduità i relativi incontri). Calcio in primis…

La quarta di copertina di Fischio finale recita: «Siamo all'ultima giornata di campionato e tutto può ancora succedere. Non è deciso lo scudetto, ma non sono decise neppure le retrocessioni. Erano anni che non si vedeva una serie A così intensa. Sarebbe una vera e propria festa per i tifosi, se non venissero sconvolti da omicidi e strane fughe dai ritiri, rapine e scommesse clandestine, tradimenti, spionaggio, spaccio e chissà cos'altro. Se il gioco non è più buttare in rete il pallone ma gestire potere e denaro, il sangue finisce per essere un mezzo come un altro».

E infatti tutto succede, anzi di tutto, di più. A Napoli (Napoli-Verona) il protagonista di Riccardo Brun si scontra con la camorra di Forcella, a Palermo (Palermo-Milan), Fabrizio Gabrielli ci descrive la fatale imprudenza di abbandonare un ritiro, poi si passa a un Cesena-Fiorentina con trame golpiste che tornano, per la penna di Matteo Bortolotti.
Annarita Briganti, in quota rosa della squadra, entra a gamba tesa a Torino-Chievo, con la sua paurosa accoppiata calciatori-veline, mentre Andrea Riscassi scrive di Lazio-Roma, un derby (impossibile secondo le regole nell’ultima giornata di campionato, ma la fiction è regina) e di un triangolo tra polizia e non, che fa scoprire un mixer di incomprensioni e di sbagli commessi per arrivare a ogni costo.

Non scordiamo l’altro, il secondo derby impossibile, Genoa-Sampdoria di Gianluca Ferarris con le sue scommesse, le sue perversioni e le sue conseguenze da brivido. Proseguiamo con Cagliari-Atalanta per la terribile e crudele vedova architettata da Emanuele Giulianelli, e ancora Gianluca Veltri e il suo Inter-Empoli che vede la mano della vendetta colpire implacabile, quindi Udinese-Parma, con gli agenti segreti, i faccendieri e un’inevitabile misteriosa valigetta di Fernando Coratelli e l’irrinunciabile Radeschi di Paolo Roversi in Sassuolo-Juventus, che si muove in uno stuzzicante melange di calcio e amori gay.

di Patrizia Debicke van der Noot

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Un piccolo favore Di Paul Feig Drammatico 2018 Ho bisogno di un piccolo favore. Mi puoi prendere Nicky a scuola? È questa la semplice, comune richiesta che l'affascinante Emily fa alla sua nuova amica Stephanie, prima di sparire senza lasciare traccia. Mamma single tuttofare, vlogger per passione... Guarda la scheda del film