Magazine Domenica 2 novembre 2014

Da Zerocalcare a Walking Dead: bentornata Lucca Comics 2014

© Francesco Cascione
Altre foto

Magazine - C’è una città italiana che a fine ottobre smette di essere luogo per diventare modo, tempo.
Nelle settimane precedenti tra addetti ai lavori ed appassionati si dice ci vediamo a Lucca, per ritrovarsi proprio in quella quattro giorni di Lucca Comics and Gamestra il 30 ottobre e il 2 novembre – nella quale tutti i media conosciuti, fumetti, libri, videogiochi, film e riviste di settore si incontrano per quello che è più che un appuntamento, ma riunione degli stati generali.

Anche per l’edizione 2014, Lucca si è presentata con appuntamenti di ogni tipo, tanto che è difficile raccoglierli tutti: ciascuno ha una sua visione, le sue priorità. Lucca Comics è come un giardino con ogni genere di frutto, tutto è a portata di mano – basta essere paziente e accodarsi ad altri appassionati – e il resto dipende da quanto si voglia investire.
Il consiglio per chi volesse organizzare la propria gita lucchese è quello di pianificare, per quanto possibile, i propri appuntamenti tra presentazioni, disegni, giochi, mostre e conferenze.

Se il successo di un autore si misura dagli appassionati disposti a mettersi in coda per una chiacchiera, un autografo, un disegno, star di questa rassegna è stata sicuramente Zerocalcare, alias Michele Rech.
Dimentica il mio nome è un’opera matura, di un autore che si è fatto conoscere dalla rete per approdare sulle pagine di cinque volumi. Lo stand del suo editore, la Bao Publishing, è stato piantonato fin dalla mattina, come a premiare il coraggio di una casa che sta investendo molto in volumi belli da vedersi e da leggere.

Se lo scorso anno era tanta la curiosità attorno al progetto Orfani di Recchioni e Mammucari, oggi la serie edita da Bonelli – e rilanciata proprio dalla Bao con edizioni cartonate – è un successo riconosciuto, tanto da replicare con una nuova stagione – intitolata Ringo – che rilancia e promette emozioni e colori vivi tanto quanto la prima.

Da Zerocalcare a Dylan Dog.
Settembre 2014 è il punto zero di Dylan Dog, personaggio ricco di potenziale, ma che negli ultimi anni si era un po’ perso, alcuni direbbero imborghesito. Il rilancio, sotto la supervisione di Recchioni, Sclavi e Marcheselli, si annuncia di livello elevato e se il primo atto si è avuto con i due albi coraggiosi come non capitava da molto, usciti tra settembre ed ottobre, molto di quanto in programma per l’old boy di Bonelli lo si è visto proprio a Lucca.
Una mostra dedicata a Dylan e una copertina speciale – prima assoluta per la Bonelli –, realizzata da Gipi proprio per Lucca Comics.

La Bonelli ha scelto la strada delle variant cover anche per Orfani – realizzata da Gabriele Dall’Otto (autore della locandina della fiera) – e per Adam West, nuovo personaggio di Gianfranco Manfredi, la cui special cover è stata realizzata da Enrique Breccia.
Tanti gli appassionati in coda nel nuovo stand Bonelli per le cover, le firme e le litografie tradizionali.

Sul fronte Panini, si rinnova il connubio tra la casa di Modena e Topolino e il ratto di Ortolani – Ratman – indiscusso numero uno. Il personaggio di Ortolani è sempre fresco, nonostante i suo vent’anni, e in occasione di Lucca, mentre usciva il secondo episodio di Star Rats (saga palindroma), è annunciata una trilogia dedicata al fenomeno del momento: Walking Rats.

E poi gli zombi! Se in passato le maschere han raccontato del successo dei manga, dei film – dai pirati ai supereroi – è la serie Walking Dead il grande successo delle maschere di Lucca 2014. Morti viventi a mucchi, in ogni angolo della città, a confondersi tra i personaggi del Trono di Spade, Steam Punk e Nazgul.

Tra un incontro e l’altro – è stato bello complimentarsi di persona con Stefano Vietti per il suo Dragonero – anche la presentazione esclusiva di Batman-Arkham Knight, a chiusura della videoludo trilogia dedicata al cavaliere oscuro. Conferenza blindata e immagini non riproducibili del primo quarto d’ora di giocato. Gli appassionati dovranno aspettare la primavera 2015, ma da quello che abbiamo visto il risultato vale l’attesa.
A presentare il videogioco è intervenuto Gaz Deaves, che con enfasi made in Usa, ha esposto il gioco: «road to 2015 to be Batman!». Il gioco è definitivo e la Batmobile regina incontrastata.

Tra un appuntamento e l’altro, è stato appasionante partecipare al seminario curato da Luca Tarenzi; il trench e la Spada. Luca è esponente di riferimento per l’Urban fantasy italiano; un genere nuovo, più radicato oltre oceano, che si interroga su se stesso.
Due ore per parlare di libri, di film, di meraviglia e per scoprire che ci sono sempre nuovi testi da leggere, nuovi mondi da esplorare; sintesi estrema di quello che è, in definitiva Lucca Comics and Games.

di Francesco Cascione

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Fotogallery

Oggi al cinema

Venom Di Ruben Fleischer Azione U.S.A., 2018 Venom, il protettore letale, uno dei personaggi Marvel più enigmatici, complessi e tosti arriva sul grande schermo. Guarda la scheda del film