Magazine Martedì 21 ottobre 2014

Lucca Comics 2014. Ecco l'isola che c'è

Lucca Comics
© David - 19daviz79 / Flickr.com

Magazine - Lucca Comics & Games è una miscela di ingredienti sul mondo del fumetto e dei videogiochi.
A fare da cornice il centro storico della città toscana e le sue mura rinascimentali: scenario e palcoscenico di quattro giorni e quattro notti all'insegna del gioco. Da giovedì 30 ottobre a domenica 2 novembre.

Tutti gli anni, in questo periodo, i Peter Pan di ogni età, si incontrano, si sfidano, si emozionano e si danno appuntamento all’anno successivo.

Nel corso di quasi cinquant’anni, l’evento ha cambiato forma diverse volte, per stare al passo con gli interessi del pubblico e intuire le nuove strade dell’intrattenimento intelligente.

Oggi Lucca Comics & Games è un appuntamento che raduna quasi 400.000 persone in quattro giorni (presenze totali stimate nel 2013: 380.000).

In Italia è al contempo la principale fiera dell’editoria del fumetto e della narrativa del fantastico e il maggior salone del gioco e del videogioco, per un totale di circa 500 espositori e un programma culturale ricco e variegato, con mostre e oltre 500 eventi.

Nel 2013 ci sono stati oltre 300 ore di incontri su fumetto, gioco, videogioco e narrativa, che hanno coinvolto circa 700 relatori; 20 mostre con 700 tavole originali e più di 1.000 autori presenti (tra fumettisti, illustratori, concept artist, game designer, registi, doppiatori); 16 concerti e spettacoli sul palco e negli auditorium; 60 appuntamenti al cinema con anteprime, contenuti speciali, incontri con i protagonisti; 2.000 postazioni per il gioco e videogioco, per consentire oltre 30.000 sessioni per un totale di 20.000 ore di gaming.

È un evento in cui i visitatori diventano parte dello spettacolo, grazie alle migliaia di
cosplayer che indossano i costumi da loro stessi creati e ispirati a personaggi dei fumetti, dei videogiochi, dei film e delle serie tv più amate e che ammiriamo nelle gare di cosplay o nelle sfilate a tema per le vie della centro. Sono invasori allegri e colorati.

Oltre che come festival, Lucca Comics & Games nasce come vera e propria fiera, in cui
l’attenzione per l’espositore e per l’industria del fumetto, del gioco, del videogioco e
della narrativa aumenta ogni anno di più. Centinaia di case, dalle grandissime alle piccolissime, portano le loro novità nei padiglioni.

Si conferma, inoltre, come portale delle possibilità e rampa verso una professione. Concorsi e bandi che si trasformano in vere pubblicazioni e impegni di lavoro, come Project contest, in cui il miglior progetto di fumetto viene pubblicato da un importante editore, o come il Concorso Gioco Inedito, in cui il miglior prototipo di gioco da tavolo diventa una vera e propria scatola da trovare negli scaffali delle giocattolerie. E ancora: il Translation Slam (il concorso di traduzione di fumetti il cui vincitore riceve un contratto di lavoro), il Concorso Sammontana (che premia un grafic designer o illustratore con un contratto); le decine di cicli e incontri (tra cui Lavorare col fumetto) che spiegano le dinamiche e i segreti e aiutano a trasformare una passione in un lavoro concreto; le Prototype Review in cui i game designer più noti consigliano gli aspiranti creatori di giochi; gli Incontri con gli editor, l’opportunità per disegnatori e fumettisti di mostrare il proprio portfolio alle case editrici. Tutto questo e molto di più è Lucca Comics & Games.

di C.S.

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Darkest Minds Di Jennifer Yuh Nelson Fantascienza U.S.A., 2018 Dopo che una malattia sconosciuta ha ucciso il 98% dei bambini, il 2% dei sopravvissuti sviluppa misteriosamente dei superpoteri. Proprio a causa delle loro straordinarie abilità, i ragazzi vengono dichiarati una minaccia dal governo e rinchiusi in campi... Guarda la scheda del film