Magazine Martedì 21 ottobre 2014

Lucca Comics 2014. Ecco l'isola che c'è

Lucca Comics
© David - 19daviz79 / Flickr.com

Magazine - Lucca Comics & Games è una miscela di ingredienti sul mondo del fumetto e dei videogiochi.
A fare da cornice il centro storico della città toscana e le sue mura rinascimentali: scenario e palcoscenico di quattro giorni e quattro notti all'insegna del gioco. Da giovedì 30 ottobre a domenica 2 novembre.

Tutti gli anni, in questo periodo, i Peter Pan di ogni età, si incontrano, si sfidano, si emozionano e si danno appuntamento all’anno successivo.

Nel corso di quasi cinquant’anni, l’evento ha cambiato forma diverse volte, per stare al passo con gli interessi del pubblico e intuire le nuove strade dell’intrattenimento intelligente.

Oggi Lucca Comics & Games è un appuntamento che raduna quasi 400.000 persone in quattro giorni (presenze totali stimate nel 2013: 380.000).

In Italia è al contempo la principale fiera dell’editoria del fumetto e della narrativa del fantastico e il maggior salone del gioco e del videogioco, per un totale di circa 500 espositori e un programma culturale ricco e variegato, con mostre e oltre 500 eventi.

Nel 2013 ci sono stati oltre 300 ore di incontri su fumetto, gioco, videogioco e narrativa, che hanno coinvolto circa 700 relatori; 20 mostre con 700 tavole originali e più di 1.000 autori presenti (tra fumettisti, illustratori, concept artist, game designer, registi, doppiatori); 16 concerti e spettacoli sul palco e negli auditorium; 60 appuntamenti al cinema con anteprime, contenuti speciali, incontri con i protagonisti; 2.000 postazioni per il gioco e videogioco, per consentire oltre 30.000 sessioni per un totale di 20.000 ore di gaming.

È un evento in cui i visitatori diventano parte dello spettacolo, grazie alle migliaia di
cosplayer che indossano i costumi da loro stessi creati e ispirati a personaggi dei fumetti, dei videogiochi, dei film e delle serie tv più amate e che ammiriamo nelle gare di cosplay o nelle sfilate a tema per le vie della centro. Sono invasori allegri e colorati.

Oltre che come festival, Lucca Comics & Games nasce come vera e propria fiera, in cui
l’attenzione per l’espositore e per l’industria del fumetto, del gioco, del videogioco e
della narrativa aumenta ogni anno di più. Centinaia di case, dalle grandissime alle piccolissime, portano le loro novità nei padiglioni.

Si conferma, inoltre, come portale delle possibilità e rampa verso una professione. Concorsi e bandi che si trasformano in vere pubblicazioni e impegni di lavoro, come Project contest, in cui il miglior progetto di fumetto viene pubblicato da un importante editore, o come il Concorso Gioco Inedito, in cui il miglior prototipo di gioco da tavolo diventa una vera e propria scatola da trovare negli scaffali delle giocattolerie. E ancora: il Translation Slam (il concorso di traduzione di fumetti il cui vincitore riceve un contratto di lavoro), il Concorso Sammontana (che premia un grafic designer o illustratore con un contratto); le decine di cicli e incontri (tra cui Lavorare col fumetto) che spiegano le dinamiche e i segreti e aiutano a trasformare una passione in un lavoro concreto; le Prototype Review in cui i game designer più noti consigliano gli aspiranti creatori di giochi; gli Incontri con gli editor, l’opportunità per disegnatori e fumettisti di mostrare il proprio portfolio alle case editrici. Tutto questo e molto di più è Lucca Comics & Games.

di C.S.

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Il castello di vetro Di Destin Daniel Cretton Drammatico U.S.A., 2017 Una giovane donna di successo è cresciuta accudita da genitori anti-conformisti, una madre eccentrica e un padre alcolizzato. Il padre, vivendo nella povertà più assoluta a causa del suo licenziamento, distraeva i suoi figli raccontando... Guarda la scheda del film