Magazine Martedì 14 ottobre 2014

«Mi ha lasciato lei. Come tornare insieme?». La Posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine - Gentilissima Antonella,
volevo ringraziarla di cuore, la sua risposta mi ha dato sollievo, in questo mondo dove a nessuno interessa dell'altro, sapere che ci sono persone come Lei, fa sperare sull'umanità.
Volevo dirle che la persona che io amo, non ha un altro uomo, nella sua lettera di addio... mi scrive che era più facile per lei dirmi che aveva un altro o che fosse ritornata con l'ex marito, io le credo, che senso dire bugie?

La giustifico perchè pure io ho le mie colpe, non ho un mondo, la mia vita è solo casa e lavoro, lei ha mille interessi, si butta con il paracadute, pilota di rally, arrampicata sulle rocce, cinema, teatro, un sacco di amiche credo tutte sole, viaggi, lei mi ha sempre parlato dello scambio dei mondi e io cosa avrei portato a lei? il mio lavoro? la mia squadra del cuore? tutte le donne della mia vita?

Dimenticavo che io non sono stato mai un santo e ho avuto troppe donne e per me era una cosa meccanica non provavo nulla, arriva lei e mi sconvolge e per la prima volta faccio all'amore con una donna.
All'inizio fu devastante eravamo due imbranati, lei rigida e io più bloccato di lei, lei pensava fosse sua la colpa, "non so amare e non so fare all'amore ripeteva", io mi presi tutte le colpe, poi è successo con nostra sorpresa, quello che sembrava il tallone di Achile non saper far l'amore è diventato un punto di forza della coppia.

Lei non si è mai sentita tranquilla è una donna con tante paure e insicurezze, non si è mai sentita bella o sexy anzi, mi dice che per la prima volta si è sentita donna grazie a me, quindi parliamo di una donna con tante problematiche a differenza di me che ho avuto sempre certezze.

Volevo dirle che giorni fa le ho mandato un sms, dove le auguravo buon viaggio: è in partenza per il Marocco con la sua amica, lei ha risposto subito con più sms a cui io rispondevo "chiedendomi come stavo" "ti abbraccio forte" "non ti cancellerò mai finchè vivo" "Non sei un uomo debole sei un uomo forte sei riuscito a vincere tutte le mie resistenze" "Ti prego di perdonarmi, ti bacio" e per la prima volta mi chiede perdono e io rispondo che non ho nulla da perdonarle.

Insomma ci sono i sintomi che possa ritornare come pensa Lei dottoressa Antonella, ma stavolta se ritorna dobbiamo fare chiarezza.
Sto troppo male dipendo troppo da lei, ho dimenticato chi fossi e chi ero e lei da buona psicologa... sapendomi in suo potere ha fatto quello che ha voluto, io capisco che sono perdente, che sarà sempre così, ma come ripete un vecchio adagio, al cuore non ci comanda.

Io la ringrazio ancora infinitamente e avrei piacere se lei commentasse ancora, sig. Antonella Viale, grazie, grazie, grazie, la saluto.

Caro Salvo,
gliel'ho detto io, gliel'ha detto Gianna Schellotto, che altro si aspetta? Al cuore si deve comandare quando una storia è già scritta e non finirà bene.

Quello che mi racconta sulla vita avventurosa della signora mi radica ulteriormente nell'idea che ci sia del patologico nel suo modo di gestire le relazioni. Sono sempre convinta che tornerà e che sarebbe meglio non lo facesse.
Perché questo abbandono è solo una nuova fase di una storia che si alimenta solo attraverso emozioni forti, che hanno un prezzo alto (direttamente proporzionale) da pagare in termini di sofferenza.

Credo che dovrebbe approfittare della distanza per rafforzarsi, nel senso di allontanarsi dalla signora spericolata. Probabilmente per riuscirci avrà bisogno di un aiuto professionale: questa è una dipendenza come ce ne sono tante, lei non dipende da sostanze, ma da stati emotivi.

Mi dispiace infinitamente ripeterle ciò che ho già scritto, ma niente in questa mail mi ha fatto cambiare opinione.
Auguri,

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

L'arte del sogno Di Michel Gondry Fantastico Francia, 2005 La vita di Stéphane prende una nuova strada quando la madre lo convince a ritornare in Francia, paese in cui ha vissuto la sua infanzia, dove lo attende un lavoro meraviglioso. Stéphane é dotato di una fervida immaginazione che, però,... Guarda la scheda del film