Magazine Martedì 12 agosto 2014

Festa del libro 2014 a Montereggio: il programma

© Tim Geers/Flickr.com

Magazine - Da bambini vi siete persi nelle storie che raccontano posti lontani e personaggi coraggiosi? Da grandi avete ritrovato vostri frammenti di vita nelle pagine di qualche scrittore? Vi piace il profumo che solo la carta che racconta emozioni sa emanare? Allora Montereggio di Mulazzo (Ms), il paese dei librai, è il posto che fa per voi.

Da sabato 16 a domenica 24 agosto torna l'undicesima edizione della Festa del Libro di Montereggio, l’unico paese italiano nel circuito I.O.B. (International Organisation of Book Towns).

La manifestazione inizia quest'anno con una settimana di anticipo rispetto agli anni precedenti, ma propone la solita formula solita, ormai collaudata dall'esperienza: il mercato del libro raro, usato e d’occasione lungo le vie del borgo (tutti i giorni dalle 17 alle 24), letture e conversazioni con gli autori, aperitivi in piazza e degustazione di prodotti del territorio (ingresso libero).

Ecco nel dettaglio il programma della Festa del Libro di Montereggio:

Sabato 16 (ore 18.30) iniziano le presentazioni. Protagonista dell'inaugurazione è la riscoperta di Luigi Campolonghi, di cui ricorre il settantesimo anno dalla scomparsa, scrittore, giornalista, nonché zio di Carlo Cassola che ne parlava come «il più simpatico fra i miei parenti acquisti».

Di Campolonghi vengono presentate da Chiara Guastalli e introdotte da Giuliano Adorni e Giuseppe Benelli le nuove edizioni, fresche di stampa, di La nuova Israele, un romanzo sul primo e più vasto sciopero agrario italiano, il lungo vento caldo delle campagne parmensi, che irrompe, nel 1908, nei comuni di Noceto, Felino e Colorno, quando viene messa in discussione l’interpretazione del concordato, stipulato l’anno precedente, in merito all’orario dei contadini addetti al bestiame da stalla.
Poi, Pontremoli. Una cittadina italiana tra il 1880 e il ’900, che descrive uno spaccato di realtà locale raccontata con l’apertura mentale di un uomo che ha visto il mondo.
Il terzo libro, Nella tormenta, porta nell’atmosfera della Prima Guerra Mondiale, di cui l’autore fu cronista dal fronte belga nell’agosto del 1914 come inviato.

Domenica 17 (ore 18.30) spazio all'incontro con Sondra Coggio, autrice de Il Golfo dei veleni, con Valentina Antonini, avvocata di Legambiente. Nel suo libro-inchiesta, l'autrice ripercorre i fatti che hanno portato alla morte di Natale De Grazia, in un momento in cui, dopo che sono stati desecretati gli atti sull’omicidio dell’ufficiale, si stanno per riaprire le indagini. Una vicenda di traffico internazionale di smaltimento di rifiuti, connivenza tra criminalità e apparati statali, affondamenti di navi cariche di scorie, che vedono come crocevia la città della Spezia.

Lunedì 18 (ore 21) arriva Marco Buticchi, chiamato il maestro italiano dell’avventura, con il suo La stella di pietra (qui la recensione-presentazione). È il 1985 e l’Italia è da tempo sull’orlo della destabilizzazione. Sara Terracini, nel giorno della sua laurea, si trova alle prese con una verità sconvolgente: non sa ancora quanto le oscure trame del terrorismo la toccheranno da vicino.

Martedì 19 (ore 21), è il turno di Ivan Fowler con Auramala, una sfida paleoantropologica che cerca di far luce sul mistero che avvolge la morte di Re Edoardo II. Un libro avvincente, che si fa forte di una buona scrittura e traduzione e che suggerisce un epilogo molto diverso rispetto a quello voluto dalla storiografia classica.

Mercoledì 20 (ore 21) tocca a Marco Della Croce e al suo Nera di Malasorte. Siamo a La Spezia, il 18 marzo 1969 e un fatto scabroso scuote la vita della cittadina ligure, in festa per la ricorrenza patronale: un misterioso straniero è stato ucciso in una villa in collina durante un incontro ad alto contenuto erotico.

Letizia Leviti è la protagonista di giovedì 21 (ore 21). A Montereggio porta il suo libro La mia prigione. Nato dall’incontro della giornalista con Maurizio Contrada, il volume raccoglie il racconto dei fatti, i ricordi, le considerazioni, le previsioni di un uomo che nell’arco della vita ha conosciuto la mafia e i mafiosi, la politica e i politici, la magistratura e i magistrati. E anche il carcere. Un viaggio che porta anche attraverso i decenni di storia d’Italia e che genera tanti interrogativi.

Venerdì 22 (ore 18. 30) con Davide Barilli ci si sposta dall'Italia a Cuba. Con La nascita del Che lo scrittore ci riporta il ritratto di un paese in chiaroscuro, ben lontano da quello visto con gli occhi dei turisti. Con Barilli si entra nelle bettole di calle Blanco e Trocadero, nel Santuario di San Lazaro, meta della santeria, per arrivare fino nei palazzi nobiliari sul malecon e nei quartieri periferici di Alamar e Parraga.

Ma venerdì 22 agosto si raddoppia. Alle 21, appuntamento con La voce dei libri di Matteo Eremo. Un percorso attraverso il mestiere del libraio oggi: da Torino a Palermo, ecco undici librerie che ce la fanno, in Italia, oggi.

Sabato 23 (ore 17) arriva Silent Boook Contest 2014, un premio internazionale per il libro illustrato e senza parole. Il volume premiato quest’anno è Bounce Bounce di Brian Fitzgerald e viene presentato in anteprima a Montereggio. I libri vincitori della selezione vengono esposti nella mostra allestita nella chiesa di S. Apollinare. Presenti alla cerimonia di premiazione gli autori e i membri della giuria del premio.

Domenica 24 (ore 18.30) conosceremo Pochi elefanti a Borgofermo di Antonio Ferrero. Il protagonista del romanzo è Giacobbe Doveri, che, in seguito a un’imprevista eredità, torna a Borgofermo, dove si trova, suo malgrado, costretto a un’indesiderata convivenza con i familiari.
Per il finale della manifestazione, sempre domenica 24 (ore 21), spazio a Un patrimonio artistico senza di Bruno Zanardi. Docente di Storia e tecnia del restauro, l'autore racconta, da testimone diretto, un patrimonio artistico su cui grava un'enorme confusione e il ritardo culturale in cui giacciono restauro, conservazione e tutela oggi in Italia. Ma anche esempi positivi. A conversare con lui troviamo Antonella Tarpino, storica, editor di Einaudi e autrice di Spaesati.

di R.M.

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Velvet Goldmine Biografico Usa, Gran Bretagna, 1998 Londra 1984. Il giornalista Arthur Stuart (C. Bale) è incaricato di indagare sulla sorte del cantante Brian Slade (J.R. Meyers), scomparso dalla circolazione dopo la catastrofica trovata pubblicitaria di un finto omicidio in palcoscenico. L'inchiesta... Guarda la scheda del film