Magazine Mercoledì 23 luglio 2014

«Lo amo, ma non riesco a fidarmi lui». Lo psicologo risponde

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Caro dottore,
sono una ragazza di diciotto anni e sono interessata da due anni a questa parte ad un ragazzo che ricambia.
A gennaio lui ha approfondito l'amicizia con una compagna di liceo che diceva inizialmente di volere solo un aiuto in alcune materie. Con il passare dei giorni passavano sempre più tempo insieme e lui mi ha rimpiazzata ed eliminata totalmente dalla sua vita per i seguenti tre mesi.

Dopo di che lui è tornato da me e ogni giorno da allora fa di tutto per farsi perdonare, dicendo che è stato un errore e che lui non era interessato a lei, ma che in quel periodo era preso da tantissime altre cose.

Il problema ora sono io. Non riesco più a fidarmi e a dargli tutto l'amore che vorrei, c'è sempre qualcosa che mi blocca..E questo qualcosa sono per lo più ricordi dei mesi in cui sono stata male per quello che mi stava facendo.
Vorrei davvero che le cose tornassero come prima, ma è come se non potessi controllare questa cosa, questo qualcosa che mi blocca e mi fa stare male.

Non so cosa fare, ho bisogno di un consiglio o un parere semplicemente.
Le sarei davvero grata se dedicasse due minuti del suo tempo per rispondermi.

Grazie in anticipo,
Francesca

Buongiorno Francesca,
è un piacere dedicarle "due minuti del mio tempo".
Ho letto la sua storia e credo che lei sappia già cosa deve fare. Anche se non sempre quello che "dobbiamo" fare è anche quello che ci "piacerebbe" fare.

Con la sua testa lei "vorrebbe" tornare indietro e sa benissimo che non si può. A tutti piacerebbe poter tornare indietro nel tempo e cancellarne e modificarne alcune parti come se potessimo separare le persone dalla loro storia.
Ma non si può "cancellare" il passato e forse non è neanche una buona cosa. Però si puo "riconsiderarlo" e dargli una giusta prospettiva.

Questo si può fare e con questa nuova interpretazione del passato si può, anzi, si deve, andare avanti. Così non credo di dire niente che lei non sappia già, quando dico che è difficile affrontare il futuro assieme a una persona di cui non ci si può fidare.
Dunque non credo che lei si debba preoccupare di non riuscire a controllare questo "qualcosa" che la blocca perché, in questo caso, quel "qualcosa" potrebbe avere ragione.

Dovrebbe piuttosto ridimensionare questa sua "idea" che si possa tornare ad avere un rapporto con una persona che lei credeva diversa da come in realtà si è comportata. E che si possa tranqullamente "lasciare" una persona che non è stata proprio del tutto sincera con lei.

Allo stesso tempo non direi che "il problema" è lei. Non vi è nessun problema! Né tantomeno lei è una persona problematica. A parte una sua tendenza a sperare "fortemente" che lui possa "cambiare". E che cambi proprio per amore suo e diventi proprio come piace a lei (e questo più che un problema è un suo simpatico sogno di onnipotenza).

Purtroppo tutti, prima o poi, ci troviamo a fare i conti con il fatto, reale, che non sempre le persone che ci piacciono riescono a condividere le nostre stesse belle emozioni, le une per le altre. In questo caso, se mai, il "problema" è che la Vita è molto più complessa di quanto ci piacerebbe che fosse.

In ultimo le ricordo che lei ha 18 anni e siamo nel 2014 non mi stupirei che lei, nonostante tutto e tutti ci "provasse" lo stesso. Nel caso mi auguro che lei abbia fortuna. Ed allo stesso le auguro di non avvilirsi troppo se, pur provandoci con le migliori intenzioni, scoprisse che i suoi sentimenti non vengono corrisposti.

Ma così vanno le cose e lei ha davanti a sè molto tempo e molte occasioni per trovare il suo modo di vivere la Vita.
Spero chie scopra un modo molto bello di superare i suoi dubbi.
Saluti

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , «Il mio ragazzo guarda film porno, ma non fa sesso con me» , Paura di sposarsi: i dubbi di una ragazza, la risposta dello psicologo , «Ho chiamato il mio compagno con il nome del mio ex: Cosa c'è che non va?» , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre

Oggi al cinema

Colette Di Wash Westmoreland Drammatico 2018 Quando Colette sposa Willy, celebre imprenditore letterario, lascia per la prima volta la sua adorata campagna e viene catapultata nella Parigi libertina della Belle Époque. La scoperta della passionale vita coniugale, gli intrighi ed i tradimenti... Guarda la scheda del film