Magazine Mercoledì 6 agosto 2014

«Sogno i ragni. È un cosa positiva o negativa?»

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Buongiorno,
le scrivo per avere il suo parere. Questa notte ho sognato 4 ragni di varie grandezze non piccoli però, il più grande era quasi come una mano di diversi colori ,uno nero uno grigio e due più chiari...
Non c'era nessuna ragnatela ma erano semplicemente appesi alla tenda.

Poi un conoscente ha preso in mano il ragno nero e lo ha portato via.
Mi può dire cosa significa?

Grazie per la sua gentilezza,
Mafalda


Buongiorno Mafalda,
i "sogni" non sono dei "cartelli stradali" che danno indicazioni uguali per tutti in ogni condizione. Inoltre nelle rappresentazioni oniriche i ragni hanno una simbologia complessa e possono essere sia di buon augurio ma anche possono rappresentare l' esistenza di aspetti piu malevoli.
Dunque diventa difficile dare una interpretazione più precisa in mancanza di informazioni piu ampie sul "sognatore".

Ma proviamo a dare un senso al suo sogno in un contesto piu generale. Prendendo spunto dal fatto che il suo sogno si conclude con l'intervento di una persona amica, che "porta via" il ragno più scuro e quindi, forse, più minaccioso.
Da questo punto di vista verrebbe da dire che lei ha ricevuto un aiuto da una persona amica che è intervenuta per superare una situazione non del tutto facile.

Oppure che lei stessa pensa di essere o di essere stata d'aiuto a qualcuno.
O di essere riuscita a superare un problema che la stava dando pensiero con un aiuto esterno.

Come vede le possibilità sono molte e non vi è una indicazione cosìspecifica ma spero lo stesso di esserle stato d'aiuto,

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , «Il mio ragazzo guarda film porno, ma non fa sesso con me» , Paura di sposarsi: i dubbi di una ragazza, la risposta dello psicologo , «Ho chiamato il mio compagno con il nome del mio ex: Cosa c'è che non va?» , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre

Oggi al cinema

Il castello di vetro Di Destin Daniel Cretton Drammatico U.S.A., 2017 Una giovane donna di successo è cresciuta accudita da genitori anti-conformisti, una madre eccentrica e un padre alcolizzato. Il padre, vivendo nella povertà più assoluta a causa del suo licenziamento, distraeva i suoi figli raccontando... Guarda la scheda del film