Magazine Sabato 14 giugno 2014

Premio Bottari Lattes Grinzane: vince Andrew Sean Greer

Andrew Sean Greer, vincitore del Premio Bottari Lattes Grinzane 2014

Leggi anche su mentelocale.it le interviste di Laura Guglielmi a:

  • Andrew Sean Greer, vincitore del Premio Bottari Lattes Grinzane 2014 nella sezione Il Germoglio
  • Martin Amis, vincitore del Premio Bottari Lattes Grinzane 2014 nella sezione La Quercia

Magazine - È Andrew Sean Greer con Le vite impossibili di Greta Wells (Bompiani) il vincitore del Premio Bottari Lattes Grinzane 2014 per la sezione Il Germoglio, dedicata ai migliori libri di narrativa italiana o straniera pubblicati nell’ultimo anno. Gli altri finalisti al Premio erano Stefania Bertola con Ragazze mancine (Einaudi); Peter Cameron con Il weekend (Adelphi); Kim Leine con Il fiordo dell’eternità (Guanda); Alessandro Mari con Gli alberi hanno il tuo nome (Feltrinelli).

Martin Amis è stato premiato per la sezione La Quercia, riservata a un’opera che si è dimostrata nel corso del tempo meritevole di apprezzamento di critica e pubblico e dedicata a Mario Lattes a novant’anni dalla sua nascita. Amis ha ricevuto il Premio per il libro London Fields, uscito nel 2009 per Einaudi.

Il Premio Bottari Lattes Grinzane è promosso e organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes e dall’Associazione Premio Bottari Lattes Grinzane.

I finalisti del Germoglio e il vincitore della Quercia sono stati designati sabato 8 febbraio presso la Cantina Terre del Barolo di Castiglione Falletto dalla Giuria tecnica formata da: Giorgio Barberi Squarotti (presidente), Valter Boggione, Gian Arturo Ferrari, Paolo Mauri, Bruno Quaranta, Lidia Ravera, Giovanni Santambrogio e Serena Vitale.

Tra marzo e maggio 2014 i cinque libri finalisti sono stati letti e discussi dai 192 studenti delle dodici Giurie scolastiche, una a Istanbul, presso il Liceo Italiano Statale I.M.I., e undici in Italia: Liceo Classico C. Cavour di Torino, Istituto di Istruzione Superiore di Stato Umberto I di Alba (Cn), Istituto di Istruzione Superiore Statale Vasco-Beccaria-Govone di Mondovì (Cn), Liceo Statale Giorgio Spezia di Domodossola (Vb), Istituto Statale di Istruzione Superiore Carducci-Alighieri di Trieste, Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Firenze, Liceo Ginnasio Statale Mariano Buratti di Viterbo, Liceo Linguistico Domenico Cotugno di L’Aquila, Liceo Classico Statale G. Palmieri di Lecce, Istituto di Istruzione Superiore La Farina-Basile di Messina, Liceo Scientifico Statale Michelangelo di Cagliari.

La cerimonia di premiazione si è svolta presso il Castello di Grinzane Cavour (Cn). Protagonisti della giornata sono stati gli studenti rappresentanti delle 12 giurie scolastiche, che hanno interrogato gli scrittori finalisti. Uno di loro, Vittorio Corio del liceo di Istanbul, ha annunciato al pubblico il nome del vincitore della sezione Il Germoglio.

di R.M.

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione