Magazine Venerdì 9 maggio 2014

Salone del libro 2014. Il Vaticano dà il via con l'Inferno di Dante

Il cupolone di libri al Salone del Libro di Torino 2014
© Margherita Pozzi

Magazine - Al via a Torino la 27° edizione del Salone internazionale del Libro presso i padiglioni del Lingotto Fiera.
A tagliare il nastro inaugurale il ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini che si presenta con un monito forte a sostegno della cultura: «Tutte le tv, pubbliche e private, hanno fatto tanti danni in questi anni alla lettura che adesso devono risarcire».

Il ministro consiglia di fare trasmissioni che presentino libri, facendo pubblicità alla lettura: «I personaggi della fiction italiana fanno di tutto, ma non ce n’è mai uno che abbia un libro in mano. Dovete risarcire il danno che avete fatto. Fate tutto ciò che serve per aiutare la lettura».

Un messaggio concreto a cui si sono uniti gli altri rappresentanti delle istituzioni, ricordando l’importanza che la lettura e la cultura hanno nello sviluppo delle persone e anche delle città, come ha sottolineato il sindaco di Torino Piero Fassino ricordando la trasformazione di Torino diventata oggi vera capitale di cultura e di turismo.

Un cambiamento culturale avvenuto anche per il Veneto, regione ospite d’onore. L’assessore Elena Donazzan ricorda come il Veneto, una volta conosciuto soprattutto come principale campo di battaglia della Grande Guerra di cui ricorre il centenario, sia oggi un territorio di difesa della cultura e dell’identità nazional-culturale.

Presente all’inaugurazione monsignor Pasquale Iacobone in sostituzione del cardinale Gianfranco Ravasi, che per un’improvvisa indisposizione non ha potuto recarsi a Torino, ma che assicura la sua partecipazione virtuale al Salone grazie ai numerosi tweet inneggianti alla lettura inviati nelle ultime ore. Tra queste, una citazione di Bacon: «Il leggere fa l’uomo completo, il parlare lo rende pronto, lo scrivere lo rende preciso».

Il rappresentante della Santa Sede, Paese ospite d’onore, ha sottolineato il piacere di partecipare al Salone: «Lo scorso anno eravamo presenti alla Biennale di Venezia, oggi siamo al Salone del libro di Torino e nel 2015 saremo all'Expo. Il nostro obiettivo è condividere il nostro grande patrimonio culturale in un ottica di confronto».

Presso lo spazio espositivo si potranno visionare pezzi pregiati come i manoscritti originali dell’Inferno dalla Divina Commedia di Dante Alighieri con le illustrazioni di Sandro Botticelli e un’Iliade di Omero in greco con testo latino a fronte. La partecipazione della Santa Sede è accompagnata da una fitta serie di incontri: sabato il Segretario di Stato il cardinale Pietro Parolin parlerà delle recenti pubblicazioni di Papa Francesco per riflettere sull’intensità del messaggio papale, mentre Corrado Augias, si interroga sul complesso rapporto tra potere spirituale e potere temporale nella Storia della Chiesa, e sulla «rivoluzione» del papato di Francesco.

Oltre ai saluti istituzionali la prima giornata è quella delle scuole, dalle elementari alle superiori hanno preso d’assalto i padiglioni del Lingotto con un entusiasmo straordinario e non solo quello davanti al Cupolone di Libri, vera attrazione di quest’anno, le lettrici invece hanno atteso e acclamato Sveva Casati Modignani e Carla Signoris.

Le aspettative su queste cinque giornate sono già alte, si punta al record di 400.000 visitatori, il salone torinese è diventato ormai punto di riferimento nell’editoria internazionale e un momento annuale fondamentale per il rilancio del settore. I punti di forza di questa fiera sono basati sull’innovazione continua e nel cogliere ogni aspetto del mondo editoriale e le necessità sempre crescenti e diversificate del pubblico portando ad avere in questa edizione un ampliamento di settori e aree workshop come Casa CookBook che forte del successo dello scorso anno presenta un’area workshop dedicata al coinvolgimento diretto del pubblico e comprende uno spazio dedicato alla cucina vegana

Tra i progetti speciali troviamo anche:

Book to the future (Padiglione 2) con l’Area Startup, uno spazio interamente dedicato a 10 startup internazionali che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali

l’Incubatore (Padiglione 1),spazio dedicato alle case editrici indipendenti con meno di 24 mesi di vita,

Bookstock Village (padiglione 5) uno spazio interamente dedicato ai giovani lettori da 0 a 20 anni.

L’IBF International Book Forum, l’area business dedicata allo scambio dei diritti editoriali per la traduzione:

Lingua Madre: l’area dedicata al meticciato culturale, con l’omonimo concorso per le scrittrici straniere in Italia.

Tentazione e meditazione con il meglio dei maestri chocolatiers di Torino e del Piemonte

Tra gli appuntamenti da non perdere nelle prossime giornate con i grandi ospiti italiani:

Piergiorgio Odifreddi, Massimo Granellini e Angela Terzani ricordando Tiziano Terzani, Aldo Cazzullo, presenta il suoBasta piangere!. Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo raccontano i disastri del Sud. Ferzan Ozpetek rievoca le magie della Istanbul della sua giovinezza con Luciana Littizzetto. Francesco Guccini con un nuovo il dizionario delle cose perdute Michele Serra Francesco Piccolo in un confronto sul rapporto padri/figli. Walter Veltroni in un ricordo di Enrico Berlinguer. Philippe Daverio racconterà la grande arte veneta mentre Vittorio Sgarbi farà riscoprire i tanti tesori dimenticati dell'arte italiana.

Oscar Farinetti in un dialogo con Giovanni Soldini su storie di coraggio imprenditoriale e sportivo, mentre Luis Sepúlveda e Carlo Petrini parlano dei valori da difendere oggi.

Tra gli ospiti internazionali: Serge Latouche, Robert Harris, con il suo nuovo romanzo sul caso Dreyfus, basato su documenti inediti, Ildefonso Falcones, maestro del romanzo storico, Steve McCurry maestro del reportage fotografico, Jean Clair, uno dei maggiori critici e storici dell'arte, saggista che ritira il Premio Giuseppe Bonura per la critica militante, mentre a Joe R. Lansdale va il Premio Mondello Internazionale assegnato da Niccolò Ammaniti..

Tra i narratori: la spagnola Clara Sánchez, Lauren Groff, Alexandre Postel, Naomi Alderman. Le israeliane Naomi Ragen e Lizzie Doron raccontano la condizione della donna in Israele.

Tornano i Dialoghi dell'Espresso (domenica 11): Bruno Manfellotto incontra Eugenio Scalfari che festeggia i 90 anni con il suo Racconto autobiografico.

Da non dimenticare che si conclude proprio al Salone (sabato 10) la lunga avventura di Masterpiece, il format che ha cercato di portare in tv il travaglio della scrittura: Con il vincitore Nikola P. Savic e la finalista Raffaella Silvestri, i giurati Andrea De Carlo, Giancarlo De Cataldo e Taye Selasi, coordinati da Massimo Coppola.

Il programma completo del Salone del Libro 2014.

di Margherita Pozzi

Potrebbe interessarti anche: , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi

Oggi al cinema

Al di là delle montagne Di Jia Zhang-Ke Drammatico Cina, Francia, Giappone, 2015 Guarda la scheda del film