Magazine Martedì 1 aprile 2014

«Lui vuole una pausa di riflessione. Ha un'altra?»

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine - Ciao Antonella,
ho un problema con il mio ragazzo che tu spero mi puoi aiutare a risolvere. Stiamo insieme da due anni e ci vediamo sopratutto nel weekend (viviamo coi genitori) e le cose non vanno bene da qualche mese.

Da qualche mese lui non mi sembra interessato a me e non mi da le attenzioni che cerco. Dice che è stressato (lavoro e i suoi) ed è sempre con la testa altrove. Si vede che ha dei pensieri e sono un po' preoccupata per lui, però vorrei che quando siamo insieme anche per poco (viviamo in città diverse) lui fosse più con me che con sé.

Anche io lavoro e ho i miei pensieri, però passo la settimana ad aspettarlo e cerco di fare di tutto per rendere belli i nostri momenti assieme. Però lui ha poche attenzioni per me e anche è svogliato a fare sesso.

Avevamo pensato di trasferici nella stessa città, ma il suo comportamento mi ha fatto riflettere sul fatto che forse il nostro non è vero amore e che forse siamo troppo giovani per fare questo passo (io ho 22 anni lui 23) e anche il lavoro dovremo cercarcelo da capo (io o lui dobbiamo decidere chi si sposta).

Gli ho parlato e mi ha detto che non si sente e forse vuole una pausa di riflessione. Abbiamo litigato e questo wekend non viene. Secondo le mie amiche ha un'altra e non me lo vuole dire io penso che no però ho paura di perderlo se glielo chiedo.

Alessia

Cara Alessia,
temo che le tue amiche abbiano ragione e che lo sappia anche tu. Altrimenti non avresti paura di perderlo chiedendogli se ha un'altra. Questo non significa che tu debba farlo, spetta a lui dirti la verità qualunque sia. Questi comportamenti vigliacchetti sono tipici delle persone che non vogliono prendersi la responsabilità di finire una storia.

Svogliato nel sesso, "pausa di riflessione", tutto indica la stessa cosa. Ma tu non facilitargli il compito con delle scenate, al massimo chiedigli la verità. Perché non vai tu da lui? Magari scoprirai che preferisce di no, che ha dei motivi per non farsi vedere con te...

Mi dispiace di non avere né soluzioni, né ricette in caso di tradimento: sono dolori grandi, che si superano e, forse, insegnano a essere più attenti e prudenti, ma niente di più. Il prezzo è troppo alto per merce scontata come l'esperienza. Ti risparmio le frasi fatte tipo: "Meglio scoprirlo adesso, che quando hai una famiglia..."; "hai una vita davanti, non prendertela..." perché sono assurdità e chi te le dirà, probabilmente lo farà per imbarazzo di fronte al dolore.

Spesso gli uomini -e anche le donne, ma di meno- reagiscono in questo modo al passaggio all'età adulta, trovando una scusa per scappare e non affrontare la vita da grandi. È una fase della crescita che non sanno affrontare perché nessuno gli ha insegnato che l'adolescenza dovrebbe finire tra i 18 e i 20 anni, poi è davvero necessario lavorare per una vita adulta e piena di responsabilità.
Magari lo ha fatto per questo, magari rifiuta il passaggio.

Mi dispiace tanto Alessia e ti auguro un "lieto fine" malgrado tutto, ma fatti coraggio e affronta la verità, dilazionare non ti farà soffrire di meno.

Ciao,

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

La notte Di Michelangelo Antonioni Drammatico Italia, 1960 Guarda la scheda del film