Magazine Domenica 16 marzo 2014

Le cose che sai di me di Clara Sanchez. La recensione

Particolare della copertina di Le cose che sai di me, di Clara Sanchez. Nella fotogallery, la presentazione di Clara Sanchez a Genova
Altre foto

Magazine - Vuoi ascoltare la mia verità?
Vuoi credere alle mie parole?
Non fidarti di chi ti è vicino.
Nessuno è davvero sincero.

Esce Le cose che sai di me (Garzanti, 2014, 318 pp., 18.60 Eur) e segna il ritorno di Clara Sanchez, famosa autrice spagnola di best seller che, grazie a Il Profumo delle Foglie di Limone ha scalato il successo internazionale.
Le cose che sai di me è il quarto romanzo pubblicato in Italia da Garzanti, ha già ricevuto il Premio Planeta, il più importante riconoscimento letterario spagnolo.

La protagonista del libro, Patricia, è una mannequin ventiseienne di grande e meritato successo che si ritiene felicemente sposata e appagata dalla sua carriera. Il piccolo pezzo di cielo che scorge dal finestrino dell’aereo che la riporta a casa a Madrid dall’India è dello stesso intenso meraviglioso color azzurro quanto crede sia la sua vita. Ma un quid, delle gravissime turbolenze durante il suo volo che fanno presagire un possibile disastro, scatenano tra i passeggeri il terrore di morire… L’aereo balla come un toro impazzito. C’è chi piange, chi prega.

E Viviana, una strana grassissima donna, sua vicina di posto, si china su di lei e dichiara seriamente: «Ascoltami bene… C’è qualcuno… C’è qualcuno che desidera che tu muoia… non so chi è, né perché desidera la tua disgrazia».

Ma, finite le turbolenze con il benvenuto ritorno alla normalità, Patricia sceglie di considerare quelle parole una pura fantasia, dovuta a un lungo momento di panico vissuto assieme. Quella donna si sbaglia, quanto ha detto è impossibile.

Tuttavia quando, ripresa la sua consueta efficiente routine operativa, le cominciano a capitare prima alcuni scomodi imprevisti, poi degli sgradevoli piccoli incidenti che le stravolgono abitudini e lavoro, non può fare a meno di ripensare alla donna dell'aereo e a quanto le aveva detto. Il dubbio si fa sospetto, aumenta giorno dopo giorno, fino a farle sfiorare la paranoia. E la paura è una brutta bestia.

Deve muoversi, approfondire, ritrovare Viviana a ogni costo, andare da lei a Barcellona, incontrarla, chiederle aiuto e accettare anche queste parole: «Ti circonda un’ombra molto grande che sta inghiottendo la tua». Parole che la provano e la segnano. Patricia che vuole sapere se è veramente in pericolo e scoprire chi desidera farle del male, deve uscire dall’ovatta, guardarsi intorno con occhi diversi, diffidare di ogni particolare.

A questo punto tutte le sue sicurezze vacillano, il suo mondo si sgretola e quando il sospetto ingigantisce dentro di lei, comincia a dubitare di tutti coloro che le stanno vicini, che siano famiglia, amici, datori di lavoro, colleghi, sottoposti. Per difendersi, deve indagare, scoprire la loro vera natura, il perché delle loro azioni e cosa nascondono.

Ma soprattutto deve trovare il coraggio di guardare dentro se stessa, la coerenza per resistere alle pulsioni affettive, la spinta a battersi senza timori e la forza per tirarsi fuori. Tutto questo la costringerà a sacrificarsi e a mettere in discussione la sua vita. Ad accettare la realtà, a maturare, a cambiare, ma anche la felicità ha le sue ombre. Anche un cielo che pareva senza nuvole in un attimo può farsi scuro, nero come un incubo.

di Patrizia Debicke van der Noot

Potrebbe interessarti anche: , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male

Fotogallery

Oggi al cinema

Il cammino per Santiago Di Emilio Estevez Azione, Drammatico Usa, 2010 Un medico statunitense vuol recuperare il corpo del figlio, morto durante una tempesta mentre si stava recando in pellegrinaggio a Santiago de Compostela, in Spagna. Per capire cosa passasse nella mente del giovane durante quel viaggio, l’uomo decide... Guarda la scheda del film