Concerti Magazine Venerdì 26 luglio 2002

Fabrizio Casalino al Sunset Cafe'

Grande musica, venerdì 26 luglio al Sunset Café di Corso Italia. Alle 21.30 è di scena Fabrizio Casalino. Che molti di voi ricordano pungente tastiera di mentelocale.it, ma che è soprattutto un musicista. Lo spettacolo si intitola “Mr. Vertigo”: è un vizio (o un vezzo) dei cantautori, quello di dare un nome ai concerti. Un piccolo assaggio lo avete avuto, sempre al Sunset, quando Fabrizio si era esibito durante la di . Aveva imbracciato la sua chitarra e aveva fatto scintille tra finto portoghese, vero genovese e canzone d’impegno.

Perché Casalino è un tipo strano: a metà fra serio e comico, ospite abituale dei , nei panni di il profeta della saudade brasiliana, quotidianamente con Ceccon, Balbontin e Galantini in Leggi l'articolo , il programma satirico di radio Babboleo che questo inverno è diventato un vero e proprio cult.
Ma la vocazione al comico è cosa tutto sommato recente. Non che prima fosse un musone, ma Fabrizio non si vergogna ad ammettere le sue cotte adolescenziali per la canzone d’autore dei tempi d’oro (non per niente è stato al Premio Tenco a soli ventitre anni, premiato come miglior esordiente). Insomma un artista poliedrico, con un piede nel cabaret e uno nella “via del Campo” di De André. Neanche a farlo apposta proprio Cristiano De André ha pubblicato sull’ultimo disco una sua canzone, Sapevo il Credo.

Fabrizio, perché Mr. Vertigo?
«Perché suono da parecchi anni, ne ho fatte davvero di tutti i colori, e adesso a guardare l’insieme ho un senso di vertigine. Che è poi la vertigine prima di entrare in scena, o quella che vorrei trasmettere, anche da solo con una chitarra, a chi ascolta una canzone. Un incantesimo, un piccolo miraggio».
Ma con le canzoni si ride o si pensa?
«È lo stesso. Io spesso rido, e qualche volta racconto. Questa volta al Sunset farò un po’ di tutto».
E come manterrai l’equilibrio?
«L’equilibrio? E di che si tratta?»

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Risate di gioia Di Mario Monicelli Commedia Italia, 1960 Una notte di capodanno a Roma, Anna Magnani con uno spiumato boa di struzzo, Totò con il suo vecchio frac (e Ben Gazzara, compagno astuto nell’arte di arrangiarsi). Cercano compagnia, cercano d’infilarsi in tavolate che li rifiutano,... Guarda la scheda del film