Concerti Magazine Sabato 20 luglio 2002

Ti pretendo

Magazine - È inutile diciate di no. Anche perché oggettivamente è difficile negarsi a uno che ti dice Ti pretendo con quella faccia da uomo che non deve chiedere mai e la voce vagamente arrochita. E allora bisogna ci siate, lunedì 22 luglio, all'Arena del Mare, per il concerto di Raf. Il cantante toscano porta a Genova il suo Iperbole tour 2002, dal nome dell'ultimo lavoro discografico. Un CD di pop raffinato e di qualità, uscito ormai più di un anno fa, che ci ha fatto scoprire l'evoluzione di un artista partito da lontano.

Era la fine degli anni '70, e il giovane Raf si affacciava sulla scena punk fiorentina (erano i tempi del rock duro delle cantine, dei Litfiba, di Piero Pelù). Poi è arrivato il momento di Self Control, delle canzoni in inglese, quasi un obbligo per chi faceva musica nei primi anni '80 (chi non ricorda Spagna e la sua Easy lady? Molto meglio della sosia buonista di Kim Basinger degli ultimi tempi). Un decennio fortunato, immortalato nella canzone-manifesto Cosa resterà.

Il decennio del grande successo Gente di mare, cantata in coppia con Umberto Tozzi, premiata all'Eurofestival, ma soprattutto dal pubblico. Di sicuro di quegli anni '80 restano le atmosfere di Inevitabile follia, una romanticata very eighty. Negli anni '90 la musica cambia, e cambia anche Raf, che si indurisce al ritmo del Battito animale. Un'evoluzione continua, proseguita in questo scorcio di nuovo millennio, con un nuovo taglio di capelli e un’accresciuta capacità di introspezione. Insomma, da non perdere.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

La donna elettrica Di Benedikt Erlingsson Drammatico 2018 Halla è una donna dallo spirito indipendente che ha superato da un bel po' la quarantina. Dietro la tranquillità della sua routine si nasconde però un'altra identità che pochi conoscono. Conosciuta come "la donna della montagna",... Guarda la scheda del film