Concerti Magazine Lunedì 15 luglio 2002

La notte del Duca

Magazine - 15 luglio 2002: il duca bianco è tornato tra noi e più in forma che mai.
Nella cornice della splendida piazza Napoleone a Lucca si è tenuto il concerto di David Bowie, nell'ambito del Summer Festival (forse troppo poco pubblicizzato) che conferma la cittadina toscana una delle più attente e promettenti in Italia: oltre a Bowie il programma prevede concerti di Keith Jarrett, Oasis, Zucchero, Rod Stewart e Jamiroquai.
Piazza gremita nonostante il maltempo, che ha dato tregua giusto per l'apertura dei cancelli, quando sul palco c'erano ancora i Bluvertigo a ultimare le prove. Proprio il gruppo milanese è stato l'unico supporter, vista la defezione dei Travis. La band ama la musica di Bowie, ai loro concerti suonano spesso Changes: forse Morgan ha sognato di duettare con il suo idolo? Non si sa, ma è vero che lo ha omaggiato con del buon vino. Il loro show è piaciuto, ma tutti aspettavano il duca: l'attesa era grande e grande è stata la risposta.

Bowie si presenta con un look raffinato e sensuale. Nessuna traccia della sua famosa ambiguità, è bellissimo nel completo tre pezzi nero, camicia bianca e cravatta blu slacciata. Apre con Life on Mars? per continuare con Ashes to ashes, alcuni pezzi dal nuovo album – Heathen - e ancora grandi classici come Starman, Fame, Fashion, Herpes… Sicuramente tutti i 9000 spettatori hanno una canzone che avrebbero voluto sentire: Absolute beginners, Alabama song o la incredibile e struggente Wild is the wind o ancora Rock & roll suicide, Modern love, This is not America, Space oddity… ma allora ci vorrebbe l'intera notte, altro che finire alle 23 30!

Quello che conta è che Bowie continua a darci musica e ad essere un grande artista coerente e innovativo al tempo stesso e non uno da rinchiudere in un museo come sarebbe il caso per altri cantanti, anche più giovani. Sul palco diverte e si diverte, regala sorrisi convincenti, ma del resto da lui non ci si poteva aspettare che un 'esibizione emozionante, con una classe innata e lo stesso fascino di 30 anni fa.

Tra il pubblico che univa due generazioni, forse tre, erano presenti Jovanotti, Zucchero e l'arbitro Collina. E c'era anche chi seguiva la serata dalle finestre intorno alla piazza: Bowie ha salutato anche loro. Concerto entusiasmante, purtroppo era l'unica data italiana, avremmo voglia di vederne presto altre. E come ha augurato Morgan, alla fine della sua esibizione: lunga vita al Duca.

Mara Dedola

Potrebbe interessarti anche: , Mahmood vince Sanremo 2019 con il brano Soldi. Secondo posto per Ultimo, segue Il volo , Sanremo 2019. Testi e pagelle delle canzoni in gara , Sanremo 2019: Zen Circus con L'amore è una dittatura. Testo e pagella , Sanremo 2019: Ultimo con I tuoi particolari. Testo e pagella , Sanremo 2019: Simone Cristicchi con Abbi cura di me. Testo e pagella

Oggi al cinema

Rex Un cucciolo a palazzo Di Ben Stassen Animazione Belgio, 2019 Da quando ha fatto il suo ingresso a Buckingham Palace, Rex conduce una vita immersa nel lusso. Dotato di uno spirito da capobranco, ha rimpiazzato il posto dei tre Corgi nel cuore di Sua Maestà. La sua arroganza può risultare alquanto irritante...... Guarda la scheda del film