Concerti Magazine Domenica 14 luglio 2002

Cala il poker a Ponte Parodi

Il concerto di De Gregori, Mannoia, Daniele, Ron è stato rinviato a oggi, martedì 16, sempre a Ponte Parodi, alle 21. Non si ferma la musica, a Genova. Archiviato il GoaBoa, ecco che l'area di Ponte Parodi torna a ospitare un concerto già da lunedì 15 luglio (ore 21). Niente pogo e balli scatenati, ma le canzoni di Francesco De Gregori, Fiorella Mannoia, Pino Daniele e Ron. Un quartetto un po' bizzarro. Ma per capirne, almeno in parte, l'origine, bisogna risalire a qualche annetto fa. Ai tempi di Banana Republic. Il doppio album, il film, ma soprattutto la tournée che hanno cambiato la storia della musica italiana.

Era il 1979, Lucio Dalla e Francesco De Gregori portarono in giro per l'Italia l'idea che fosse possibile anche per gli artisti italiani allestire grandi show e riempire gli stadi. E che era passato il momento buio, quello della contestazione ai cantanti, colpevoli di scarso impegno politico, durante i concerti.

Assieme ai due c'era un allora giovanissimo Rosalino Cellamare, meglio conosciuto come Ron, che si apprestava a firmare alcuni dei più grandi successi del cantautore bolognese (Cosa sarà, Il gigante e la bambina). Ebbene, se è probabilmente un'utopia rivedere insieme Dalla e il Principe, ecco che quest'ultimo ritrova Ron per una serie di concerti di grandissimo interesse. Con l'aggiunta di Pino Daniele e di Fiorella Mannoia, sofisticata interprete per la quale entrambi hanno scritto già diverse canzoni.

Un vero poker d'assi, che si riuniscono per un tour anomalo. Qualcuno sospetterà che si tratti di un'operazione puramente commerciale, i maligni faranno il loro mestiere, e azzarderanno sia un tentativo di rilancio per qualche artista un po' appannato, un modo per richiamare tanto pubblico facendo leva sul numero.

Praticamente ogni sera sarà come assistere a un piccolo festival, con l'esibizione di quattro artisti con un repertorio personale, che si scambiano le canzoni e duettano. Il pezzo che sicuramente li vedrà tutti assieme a suonare sul palco sarà Una città per cantare. Si tratta di una cover da Jackson Brown, che scandiva le serate di Banana Republic: un segno di continuità con il passato. Il paragone si ferma qui, o il rischio è di diventare blasfemi, ma la scelta di questa canzone è emblematica del desiderio di dare all'operazione qualche quarto di nobiltà. Il resto se lo dovranno conquistare sul campo.

E la musica continua: martedì 16, all'Arena del Mare, c'è Elisa.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

La famiglia Di Rawson Marshall Thurber Commedia U.S.A., 2013 David Burke (Sudeikis) è uno spacciatore di marijuana e tra la sua clientela annovera cuochi e mamme borghesi ma niente ragazzini – dopotutto, si considera un uomo con scrupoli. Cosa potrebbe andare storto, quindi? Beh, diverse cose. Malgrado... Guarda la scheda del film