Concerti Magazine Lunedì 1 luglio 2002

Il nuovo disco degli Oasis

Magazine - Anticipato dai due singoli The hindutimes e Stop crying your heart out è uscito in questi giorni Heaten Chemistry, ultimo album di inediti dopo Standing on the shoulders of the giants del 2000.
Diciamolo chiaramente: per chi odia gli Oasis, questo disco non è altro che un altro buon motivo per continuare a farlo. Le undici tracce (sei di Noel Gallagher, tre del fratello Liam e le due restanti divise salomonicamente tra i due nuovi componenti della band entrati dopo la sofferta produzione di Standing...) non dicono nulla di particolarmente nuovo rispetto al passato e già i due singoli passati in radio lo avevano chiaramente fatto capire.

Altro discorso per chi gli Oasis li segue da anni e a modo suo – con distacco o maniacale attaccamento (magari a seconda del momento) – li apprezza. Le undici tracks (di cui una strumentale del bassista Andy Bell) sono nel più classico stile Oasis, con riferimenti beatlesiani che a seconda del momento si spostano verso atmosfere più rock o più acustiche. Liam in certi momenti scopiazza il “cugino” Richard Ashcroft (niente di male se impara a cantare :-) e c’è un po’ più di equilibrio con le tastiere, che in Standing... erano in certi punti logorroiche e strabordanti.
La nuova band, che già dal vivo aveva dimostrato di essere abbastanza affiatata, qui dimostra di essersi amalgamata bene negli ultimi due anni: da considerare il fatto che alla voce “produced by” il solito “Noel Gallagher” è sostituito da “the band”. Spinta della casa discografica o reale ridimensionamento del ruolo del fratello maggiore (che personalmente non ci ha mai infastidito)? Probabilmente la seconda, anche se paradossalmente si sente in alcuni pezzi (vedi Little by little o She is love) una atmosfera da b-side (che personalmente ritengo la migliore espressione degli Oasis, meno commerciale e più ricercata) che è sempre stata feudo di Noel.

Gli Oasis ancora una volta non dicono nulla di nuovo... ma lo fanno molto bene.


Simone Nocentini

Potrebbe interessarti anche: , Mahmood vince Sanremo 2019 con il brano Soldi. Secondo posto per Ultimo, segue Il volo , Sanremo 2019. Testi e pagelle delle canzoni in gara , Sanremo 2019: Zen Circus con L'amore è una dittatura. Testo e pagella , Sanremo 2019: Ultimo con I tuoi particolari. Testo e pagella , Sanremo 2019: Simone Cristicchi con Abbi cura di me. Testo e pagella

Oggi al cinema

Alita Angelo della battaglia Di Robert Rodriguez Fantastico 2019 Un budget da 200 milioni di dollari, un coproduttore come James Cameron, qui anche cosceneggiatore, un regista cult come Robert Rodriguez e un manga ancor più cult: Alita - Angelo della battaglia del fumettista giapponese Yukito Kishiro.... Guarda la scheda del film