Magazine Giovedì 10 ottobre 2013

Nobel per la letteratura 2013: vince Alice Munro

Alice Munro

Magazine - È la scrittrice canadese Alice Munro a vincere il Premio Nobel per la Letteratura 2013. La commissione ha comunicato il risultato pochi minuti dopo l'una della giornata di oggi, giovedì 10 ottobre 2013, sottolineando la motivazione che ha portato all'assegnazione del premio: l'eccellenza di Munro nel racconto breve.

Già vincitrice per tre volte del Governor General's Award, uno dei più prestigiosi premi letterari canadesi, Munro è considerata una delle più importanti scrittrici viventi di racconti brevi a livello internazionale. Nelle sue short stories, per lo più ambientate in Ontario, Munro indaga le relazioni umane, filtrate attraverso lo snocciolarsi della vita quotidiana. 

La scrittrice, nata a Wingham nel 1931 da una famiglia di allevatori e agricoltori ha iniziato a scrivere fin da adolescente, pubblicando la sua prima novella nel 1950, nello stesso periodo in cui era impegnata in varie mansioni, da raccoglitrice di tabacco a cameriera a impiegata di biblioteca. Il successo arriva nel 1968, quando pubblica la prima raccolta di racconti, Dance of the Happy Shades (La danza delle ombre felici, in Italia tradotto da Einaudi) che le vale la vittoria del primo Governon General's Award.Nel 1971 arriva Lives of Girls and Women, mentre del 1978 è la raccolta Who do you think you are? (Chi ti credi di essere?, anche questo in Italia tradotto da Einaudi) che le vale il secondo riconoscimento per la letteratura canadese.

Dagli anni Ottanta Munro diventa Writer in residence presso la Columbia University e l'Università del Queensland. In quegli anni seguono numerose raccolte di racconti, fino all'ultima del 2009, Too much happiness (Troppa felicità). Dalle sue storie è stato anche tratto un film nel 2006, Away from her - Lontano da lei con Julie Christie e Gordon Pinsent.

In Italia le opere di Alice Munro sono state pubblicate, oltre che da Einaudi, anche nella raccolta di Mondadori curata da Marisa Caramella.

Potrebbe interessarti anche: , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani

Oggi al cinema

La vita in un attimo Di Dan Fogelman Drammatico 2018 Will, quarantenne newyorchese abbandonato dalla moglie, ricostruisce la sua storia in una seduta di psicanalisi: l'amore per Abby, gli anni del college, l'intimità matrimoniale, un pranzo con i genitori di lui e poi, inatteso, il giorno della separazione.... Guarda la scheda del film