Magazine Giovedì 1 agosto 2013

Viaggiare può cambiare la vita

Magazine - Esistono due esperienze estremamente affascinanti, dalle quali si ritorna trasformati: il viaggio e l'esplorazione di se stessi. Entrambe consentono di conoscere e superare le proprie paure, capire desideri ed obiettivi. Una donna le ha unite per passione e lavoro, Francesca di Pietro, viaggiatrice da sempre, e psicologa di professione. Per noi liguri colpisce la definizione che dà di sé «Sono di Roma, nata a Napoli e la parte bella del mio cuore è ligure».

Ha viaggiato per la prima volta a 2 anni e volato a 8, in Egitto. Da allora non si è più fermata ed ha visitato, ad oggi, 43 paesi, tornando in parecchi di essi. Francesca si occupa di psicologia turistica, che consiste nello studio della personalità e preferenze del turista, oltre alla valutazione del suo comportamento nell'ambiente che ha scelto di conoscere.
Ma la vita di Francesca ha avuto un risvolto ancora più affascinante quattro anni fa, viaggiando con lo zaino sulle spalle, da sola.

Ha vissuto sulla propria pelle questa esperienza come un modo significativo di cambiare la visione di se stessi, per comprendere meglio le proprie risorse interiori, liberandosi dai muri mentali che sottraggono energie alle emozioni forti. Francesca offre il proprio supporto a chiunque sia interessato nell'intraprendere questa strada e un percorso di Travel Coaching. A tale proposito ha creato il sito Viaggiare da soli che descrive varie esperienze vissute.

Attraverso queste pagine scopriamo, fra l'altro, come anche i pregiudizi positivi possano risultare limitanti. Spesso ci inebriamo fantasticando su panorami di scogli e mare, insenature da favola, capitali dai centri storici ricchissimi, di cui abbiamo letto, dei quali abbiamo ascoltato. Questo è, ovviamente, un istinto naturale e favorevole. Ma una nazione non è soltanto la sua capitale. E una località dal mare incantevole non sarà solo spiagge ma offrirà tanti angoli, natura e persone da guardare solo con i propri occhi, senza il filtro di informazioni di massa.
Esattamente come tutti noi dovremmo guardare noi stessi. Ancora una volta, quindi, scopriamo l'unione fra il viaggio dentro e fuori di sé, nel mondo.

Un'annotazione importante. Durante il suo lungo percorso in Sudamerica, ha testimoniato in prima persona come una donna sola possa viaggiare in quei paesi in sicurezza. I fedelissimi di twitter, possono fare riferimento a #SouthAmericaSafe per saperne di più.
Le esperienze di Francesca si leggono appassionandosi, proprio per il senso di unicità con le quali le vive e le racconta. Di lei ricaviamo l'idea di una donna dalla mente sempre in movimento, prima ancora dei suoi passi, intensa, mai banale.

di Chiara Sumuels

Potrebbe interessarti anche: , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male

Oggi al cinema

Suspiria Di Dario Argento Horror Italia, 1977 Banner, una ragazza americana, arriva in Germania per iscriversi alla famosa Accademia di danza di Friburgo ma la sera del suo arrivo, sotto una pioggia implacabile, accade qualcosa di strano... Guarda la scheda del film