Magazine Mercoledì 17 luglio 2013

«Ho sognato ragni e grilli neri. Che significa?». Lo psicologo risponde

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Buongiorno,
stanotte ho fatto un incubo: ho sognato di essere nel letto con in mano il cellulare e vedere tra me e il cellulare un ragno che si calava con la ragnatela, e aveva una zampa diversa dalle altre perché era simile ad un artiglio.

Poco dopo che l'ho buttato sul pavimento mi giro a guardare sul muro, e vedo che dietro le lenzuola del letto, sul muro, c'era questo artiglio ma era enorme più grosso della mia mano, e ho pensato senza vederlo, che fosse un ragno gigante, uguale al primo che però era piccolo. È quando vidi il ragno enorme che scappai dalla camera, mentre uscivo però, vidi che c'era sulla parete dietro al letto un grillo nero.
Può spiegarmi cosa significa?
Grazie mille,
Carola

Buongiorno Carola,
i sogni e ancora di più gli incubi sono spesso una amalgama di simboli e di immagini che si legano assieme con una sintassi onirica che sfugge alle regole della logica e dunque diventa difficile ritrovare, in un sogno, un significato sensato se non si conoscono bene la storia e le condizioni generali e specifiche del sognatore.
Ma, come diceva anche Jung, alcuni simboli hanno dei significati che, in qualche modo,  si ripropongono attraverso i tempi e le culture  e dunque valgono un po' per tutti.

Così, sognare ed essere spaventati da un ragno, per di più con un artiglio, può simboleggiare una sua situazione di angoscia o di costrizione da una situazione emotiva/relazionale che sta vivendo come costrittiva e subdola.
E non sarebbe strano che questa difficoltà derivasse da un rapporto con una figura familiare o amicale.

Visto, poi, che il suo ragno si frappone tra lei ed il suo cellulare (di cui ancora non esiste una simbologia ancestrale ma che possiamo ritenere rappresentare quello che in effetti è ovvero uno strumento di comunicazione) mi verrebbe da dire che lei ha ricevuto delle notizie che l'hanno inquietata non tanto per il loro contenuto esplicito, ma per quello che sottointendevano o per il ruolo, non chiaro, di chi gliele ha fornite.

Ipotesi rafforzata dalla presenza di un grillo, più o meno parlante, che in genere ha un valore positivo ma che, proprio perché si presenta di un colore nero, rafforza l'ipotesi che vi siano brutte notizie (o la sensazione che ve ne siano) da parte di persone che credevamo più fidate.
Ecco, in mancanza di maggiori indicazioni su di lei e sulla sua situazione, questo potrebbe rappresentare il nucleo del suo incubo.

Spero le sia stato utile.
Saluti

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre , «Preferisco stare con le mie amiche anziché con il mio ragazzo: Cosa mi succede?» , Paura di essere omosessuale, lo sfogo di un ragazzo e la risposta dello psicologo , «E se fossi lesbica?»: forse è solo paura e ipocondria

Oggi al cinema

The children act Il verdetto Di Richard Eyre Drammatico 2017 Giudice dell'Alta Corte britannica, Fiona Maye è specializzata in diritto di famiglia. Diligente e persuasa di fare sempre la cosa giusta, in tribunale come nella vita, deve decidere del destino di Adam Henry, un diciassettenne testimone di Geova... Guarda la scheda del film