Magazine Martedì 11 giugno 2013

«Mio figlio adolescente fa sesso in casa. Che fare?»

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Per scrivere ad Antonella Viale, clicca qui
Oppure scrivi a redazione@mentelocale.it indicando nell'oggetto Posta del cuore

Magazine - Ciao Antonella,
non so se è giusto scrivere a te, ma penso che puoi darmi un buon consiglio.
Mio figlio ha 14 anni e una ragazza di 16. Ai miei tempi avrei detto fidanzatina, ma una volta ho provato a chiamarla così davanti a lui e mi ha risposto così male che non ho potuto che starmene zitta.
Che lui non sia più un bambino lo so da un po', però ultimamente si sta prendendo delle libertà che a me non vanno: fanno sesso regolarmente in casa mia (per fortuna protetto: gli ho trovato i preservativi in un cassetto), una volta anche mentre ero in casa, la sera torna sempre tardi e spesso si ferma da lei a dormire (la ragazza da me non dorme mai).

La sua ragazza mi sta anche simpatica, ma mi sembra tutto troppo precoce, anche perché mio figlio è in prima superiore e non va per niente bene a scuola.
Dici che sono troppo vecchia (ho 51 anni) e apprensiva? Ho parlato con altre mamme e anche i loro figli si comportano così.
Mi sembra di dargli tante libertà, ma anche che lui ne vuole sempre di più.
Tu cosa faresti?

Cara anonima,
hai lo stesso vizio dei ragazzini: non contestualizzi. Per dire: sei da sola? hai un marito? un compagno? avete affrontato l'argomento insieme? Ve lo ripeto ogni volta: meno so di voi, del vostro ambiente, del vostro lavoro, meno le mie risposte saranno precise.
Deduco tuttavia che tu sia sola, quindi il compito è più difficile, ma non necessariamente, a volta prima di stabilire i patti con i figli, bisogna farlo col partner...

Ti dico subito che sono perfettamente d'accordo con te. E non per motivi anagrafici. Credo che sia presto, ma con gli ormoni non si ragiona se non si è già abituati a ragionare insieme.
Ma soprattutto credo che tu non debba concedere a tuo figlio il diritto di avere rapporti in casa. Sai quello che perde: perde emozioni e sensazioni che fanno crescere come il senso del proibito, della trasgressione, il batticuore per la paura di farsi beccare.
Cose che noi abbiamo provato e ricordiamo con il sorriso.
Spianargli eccessivamente la strada non è bene per i figli, devono conquistarsi l'indipendenza. Ovviamente non dovrai usare questi argomenti, dovrai "contrattare".

L'argomento dovrà inserirsi in un chiarimento più ampio su diritti e doveri, basato grosso modo su: alcune cose devi conquistartele e non stai facendo la tua parte, finché non la farai ci saranno restrizioni che incideranno parecchio sul tuo stile di vita e sull'indipendenza che sei troppo immaturo per avere.

Non basta: altre cose non le avrai perché no, punto. Perché non si può avere tutto e prima lo impari meglio è. Avere rapporti in casa quando ci sono io è una mancanza di rispetto, oltretutto sai benissimo che li giudico prematuri. E quando non ci sono mi aspetto che tu eviti comunque.

Sono diversa dagli altri genitori? pazienza, fattene una ragione perché non intendo cambiare. Non fate che valorizzare la diversità, vanne orgoglioso! Io sono orgogliosa di te per ... (elenca i motivi), ma è ora che mettiamo ordine in quello che invece non va. E questo è l'argomento.

Aggiungo che gli altri genitori non sono particolarmente liberali: sono ingenuamente convinti che avere i figli sotto gli occhi sia meno pericoloso che averli fuori vista. E questo non è certo un modo di spingerli verso l'indipendenza, nel peggiore dei casi è pigrizia, nel migliore insicurezza.
Se hai dei dubbi riscrivimi.
Ciao,
Antonella

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

L'apparizione Di Xavier Giannoli Drammatico Francia, 2018 Vincent Lindon è Jacques, un famoso reporter di guerra che viene inaspettatamente reclutato dal Vaticano per indagare su un’apparizione avvenuta in un villaggio della Francia. Anna, orfana e novizia, afferma di aver visto la Vergine Maria. Lo straordinario... Guarda la scheda del film