Magazine Martedì 4 giugno 2013

«Mia moglie è incinta e penso alla mia ex». La Posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Per scrivere ad Antonella Viale, clicca qui
Oppure scrivi a redazione@mentelocale.it indicando nell'oggetto Posta del cuore

Magazine - Ciao Antonella,
ho un problema molto serio. Ho 32 anni e mi son fatto una vita con la mia attuale compagna: ci sto da sei anni e adesso sta aspettando il nostro primo bambino.
Il problema, ti dicevo, è che mi capita di pensare alla mia ex, la ragazza con cui sono uscito alla fine delle superiori e della quale non ho più notizie da quando sto con mia moglie.

La cosa peggiore è che penso alla mia ex come fantasia erotica. Una cosa che mi capita da prima che mia moglie fosse incinta, ma che ultimamente si ripete sempre più spesso.
Questa cosa mi imbarazza, anche perché per la mia ex non provo alcuna attrazione: ammetto di averla cercata su Facebook per curiosità, ma per fortuna non mi ha fatto nessun effetto. Anzi, adesso mi sento in colpa per la mia curiosità e le mie fantasie.
Ti scrivo perché non vorrei che questa fantasia non rovinasse la vita con mia moglie, che va bene in tutti i sensi, anche nella intimità (anche se la gravidanza ci sta dando dei problemi, perché manca un po' l'attrazione).

Proprio adesso che si apre una nuova fase della nostra vita, questo peso non mi ci voleva. Vorrei essere sincero con la mia compagna: le confesso la mia fantasia e mi tolgo il peso, oppure rischio di fare un disastro?

Grazie del consiglio,
Gaetano

Caro Gaetano,
come dico a tanti di voi: rileggiti e troverai le risposte.
Avevi voglia di evadere perché forse la relazione era un po' stanca, invece stai facendo un figlio. Vuol dire che ha prevalso il legame.

Ti concedi qualche fantasia erotica, ma stai bene attento che non ti interessi sul serio. Manca un po' l'attrazione per via della gravidanza, scrivi, quindi è normale che tu ricorra alle fantasie.

Assolviti, se ti serve ti assolvo anch'io e pensa alla cosa seria: in questa nuova fase della tua vita devi essere un po' più attento alla tua compagna.
Chiediti, già che stai riflettendo, se la scarsa attrazione abbia o meno rapporti con il figlio che nascerà. Se tu non lo percepisca come un'intruso o una specie di "concorrente" nel rapporto d'amore con la tua compagna. Quindi se il relativo rifiuto del corpo di tua moglie non sia in parte un rifiuto del piccolo che verrà. 

Quando avrai pensato bene a tutte queste cose, prendine atto se è il caso, poi buttatele alle spalle e guarda avanti. Cerca di crescere insieme alla tua compagna. Concentrati su questo.Quanto a lei, ti direi di lasciarla in pace: tieniti il peso -altra frase rivelatrice- del peccato veniale e tieni conto del fatto che credo lei non ignori la scarsa attrazione che provi per il suo corpo. Vedi di non darle il colpo di grazia con la confessione di un nulla che, agli occhi di una donna poco desiderata, può diventare una catastrofe.Veditela da solo con i fantasmi, farà bene a tutti.E tanti auguri a voi due quasi tre,
Antonella.

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

La casa delle bambole Ghostland Di Pascal Laugier Horror 2018 Pauline e le due figlie adolescenti, Beth e Vera, ricevono in eredità una vecchia villa piena di cimeli e bambole antiche che rendono l'atmosfera tetra e inquietante. Durante la notte, due intrusi penetrano nella casa e prendono in ostaggio le... Guarda la scheda del film