Magazine Lunedì 13 maggio 2002

Il futuro è qui. Anzi, a Potenza

Magazine - Non prendetemi per pazzo. Perché sto per segnalarvi un evento che si svolge a Potenza. Non precisamente dietro l’angolo, quindi. L’iniziativa in questione si chiama , ed è un salone del libro.
O meglio un festival.
O meglio una festa del libro.

Ma cosa ha di tanto interessante, questa festa, da spingermi a segnalarvela? Ha che il tema di questa quarta edizione, che si svolgerà dal 22 al 26 maggio è Future Letture. Cosa significa? Significa che in questi cinque giorni si cercherà di capire in che direzione si sta muovendo il mondo della scrittura sotto la spinta delle innovazioni tecnologiche. Si parlerà quindi di cyberlettura, e-book, internet, contaminazione culturale, linguaggio ipertestuale e tecnocultura. Lo faranno addetti ai lavori, scrittori, editori eccetera.

Il programma è ricchissimo, del resto i temi in ballo sono tanti.
Noi vi segnaliamo Vincenzo Cerami, che presenterà il suo ultimo libro il 22, inaugurando di fatto il festival. Lo stesso giorno ci sarà anche Dan Fante, narratore italo-americano, figlio del grande John Fante (quello di Aspetta primavera Baldini).
Un inizio col botto, ma anche il prosieguo è di tutto rispetto. Lidia Ravera e Paolo Nori il 23, Giulio Mozzi e Nico Orengo (che partecipa alla tavola rotonda: Letteratura e Futuro) il 24. Quindi Marcello Fois e il trio a presentare le loro il 25. Si chiude il 26 con , che non è certo un grande nome, e men che meno uno scrittore, ma ha fatto parlare di sé al recente Festival di Sanremo, quando ha annunciato la protesta delle uova contro Benigni.

Insomma, c’è di che essere incuriositi. Chi fosse solleticato e decidesse di fare un salto in Lucania consulti il sito www.futureletture.com , molto ben curato e user friendly. Ma farà bene a consultare il sito soprattutto chi non avrà modo di spostarsi. Infatti è prevista una “diretta” dal festival, con foto, interviste e video sulla rassegna.

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani

Oggi al cinema

Green book Di Peter Farrelly Drammatico 2018 Tony Lip è uno dei migliori buttafuori di New York. Siamo nel 1962 e ha bisogno di trovare un nuovo impiego dopo che il locale notturno dove lavorava, il Copacabana, è costretto a chiudere. Decide di accompagnare in tour un musicista prodigio... Guarda la scheda del film