Concerti Magazine Venerdì 10 maggio 2002

Tra i Subsonica e Madaski il terzo gode

Magazine - Ero lì che mi facevo i miei programmi per il week-end, e avevo già deciso di spingermi fino alla natia Imperia sabato sera. Un ritorno alle origini? No. A trascinare il mio culo pesante in Riviera era l’allettante prospettiva di assistere al concerto dei , uno dei miei gruppi preferiti. Erano già due giorni che ascoltavo e riascoltavo SubsOnica, il loro cd d’esordio (1997) e Microchip emozionale, del 1999. Il terzo, quello attualmente in promozione, lo conosco solo per via dei singoli che passano in radio e su MTV. A pelle mi sento di dire che ha un titolo formidabile (Amorematico) e promette decisamente bene, anche se magari è più ostico al primo ascolto (ascoltate con attenzione Nuvole rapide, ma soprattutto Nuova ossessione, un vero e proprio gioiello wawe).

Dicevo, ero lì che mi pregustavo la calca della Talpa (il centro sociale dove si terrà il concerto), le sonorità acide e sempre più tendenti all’elettronico del quintetto torinese, e mi arriva l’m.letter. La scorro distrattamente, “tanto già so che fare”. Non ti vado a cascare su ? Il techno cowboy di Pinerolo, piemontese anche lui (che sia garanzia di qualità, come per il gianduia e la Nutella?), che già mi ero perso . Madasky al Terra di Nessuno, quasi una provocazione. Il fondatore degli , dominatore dal 1994 della scena dub, produttore e arrangiatore di molti dei migliori gruppi e artisti italiani (toh, guardacaso anche dei Subsonica) o gli alfieri del pop intelligente e ballabile, i signori della contaminazione più tecnologica in circolazione? Il diplomato di conservatorio (pianoforte) e insegnante di scuola media o l’animatore di gruppi estrosi come Gli amici di Roland, Motel connection e Pornodrome (Samuel dei Subsonica)? Una scelta ostica.

Se fossimo negli anni ’70 non avrei dubbi. Andrei decisamente a sentire Renato Zero al Palasport. Perché dal 1973 (anno di No mamma no!) al 1982 (anno di Via tagliamento 1965-1970) il cantautore romano ha sfoderato una serie formidabile di canzoni divertenti, provocatorie, sorprendenti e veramente trasgressive (da Paleobarattolo ad Hanno arrestato Paperino, da Onda gay a Viva la RAI). Paillettes, ambiguità e maquillage esasperato, il re dei sorcini era un vero trascinatore, qualcosa che va ben oltre i successi che tutti ricordiamo (Mi vendo, Il cielo, Triangolo e Il carrozzone). Ma soprattutto qualcosa che va oltre il predicatore un po’ paludato e imbolsito che si batte per la sua ma non sembra più avere la grinta di un tempo.

Quindi, torniamo a noi, Madaski o Subsonica? Subsonica o Madaski?

Potrebbe interessarti anche: , Festival di Sanremo 2019: Bisio e Virginia Raffaele sul palco con Baglioni , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte

Oggi al cinema

Glass Di M. Night Shyamalan Drammatico, Fantascienza U.S.A., 2019 Ritroviamo la guardia giurata David Dunn all’inseguimento dell’identità sovrumana di Kevin Wendell Crumb, ovvero la Bestia, in una serie di incontri sempre più pericolosi, mentre Elijah Price Price emerge dall’ombra nel... Guarda la scheda del film