Magazine Mercoledì 8 maggio 2002

Un LAN party a Genova

Magazine - Prima di tutto vorrete sapere cosa è un LAN party. Ne abbiamo fatto , il 29 Giugno 2001: otto computer collegati in rete, per giocare. Ma non contro la macchina. Gli avversari, come in tutte le partite multiplayer, erano altri giocatori, non entità controllate dai codici del gioco. Il vincitore si portò a casa un computer palmare.

Questo LAN party però è qualcosa di decisamente più grosso. Si terrà a Bavari; ci saranno decine di PC collegati tra loro e circa novanta iscritti da tutto il nord Italia, oltre a centinaia di visitatori e curiosi. Certo, il computer ve lo dovete portare voi da casa (come in tutti i grandi LAN parties), con i programmi già installati e pronti, ma "..con l’equipaggiamento che abbiamo dovrebbe funzionare tutto a dovere" – mi assicura Andrea, nick-name “Don Zaucker”, uno degli organizzatori e net-gamer veterano.

, sulla pagina allestita dallo staff trovate tutte, ma davvero tutte le informazioni: le regole, come arrivare e l’equipaggiamento indispensabile.

Si giocherà a Counterstrike, Unreal Tournament e Quake 3.

Il gioco preferito sarà Counterstrike (www.counter-strike.net ). Don Zaucker ha fondato addirittura un clan: un gruppo di giocatori affiatati, tutti amici, che giocano assieme, sempre in squadra. Couterstrike è un programma complesso. Si affrontano squadre da 2 a 10 persone. Terroristi contro Forze Speciali (chi è prevenuto sappia che il programma era già popolarissimo molto, molto prima dell’11 settembre). Durante la partita si comunica con appositi microfoni per definire rapidamente le strategie e le procedure. “Siamo in 9 nel clan Moebius - continua Andrea - tutti di Genova. Ci sentiamo sempre per giocare il lunedì sera, ma spesso ci becchiamo sui server di gioco. Abbiamo tutti connessioni veloci, fast web è l’ideale, e PC performanti (tra i 1000 e 1600 Megahertz con schede varie)”.
Gran divertimento e, se vogliamo, anche un po’ un lavoro: “…per sfidare gli altri clan bisogna essere allenati e coordinati: studiare le mappe, definire le strategia a tavolino in modo che le mosse risultino rapide ed istintive. Bisogna anche assegnare i ruoli; chi sarà cecchino, chi attaccante, chi copre, chi corre…. E poi si sfidano gli altri clan, quasi tutti composti da ragazzi di altre città italiane. Il gioco multiplayer comunque è internazionale e non mancano sfide e sparatorie con francesi, americani o giapponesi”.
Le età? Tra i 20 e i 30 anni e le ragazze sono rare.

Si sta già parlando di un nuovo, straordinario LAN party sempre a Genova l'anno prossimo. Addirittura al Palasport, pare. Vi terremo informati…

di Francesco Tomasinelli

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione