Magazine Mercoledì 8 maggio 2013

'Il sarto di Picasso' di Luca Masia. Il commento di Laura Guglielmi

Pablo Picasso e Michele Sapone, Cannes, villa La Californie, compleanno Picasso, 25 ottobre 1956
© E. Quinn

Magazine - Esistono libri che raccontano un territorio in un momento storico preciso, Il sarto di Picasso di Luca Masia (Silvana Editoriale, 2012, 319 pp, 18 Eu) è uno di questi. Amo la Costa Azzurra: quella luce e quell’acqua limpida e verd’azzurra hanno accompagnato la mia infanzia. Abitavo a Sanremo e spesso la famiglia mi portava aldilà della frontiera per delle scampagnate domenicali, così come ad Apricale o a Dolceacqua. Certo non sapevo chi avesse frequentato quel magico pezzo di costa, come nessuno mi aveva mai detto che Italo Calvino era cresciuto a Sanremo, ma questa è un’altra storia, che ho fatto mia, come Luca ha fatto sua questa.

Poi negli anni seguenti l’ho saputo, attraverso i libri e attraverso i discorsi dei parenti e degli amici più grandi, che la Costa Azzurra era stata meta ambita di artisti provenienti da ogni dove. Nel Sarto di Picasso ne troverete un lungo elenco, personaggi estroversi, densi di creatività, con la battuta sempre pronta, dallo spagnolo Picasso con la sua esuberanza, al riservato Giacometti, lo svizzero. L’occhio che li descrive è quello della figlia di Sapone, il sarto che li ha vestiti tutti, da Severini, a Magnelli, a Campigli ed Hartung. La penna che li scolpisce, invece, è quella di Luca Masia, molto bravo nel ricostruire pezzo dopo pezzo una delle più belle e felici stagioni europee, quella del dopoguerra, che anche in Italia ha dato degli ottimi frutti.

Il libro narra la vita di Sapone, di come prima approdi in Svizzera e poi in Costa Azzura, racconta di sua moglie, una signora di Spalato, una delle più belle città del Mediterraneo.
Il centro su cui ruota tutto è Saint Paul de Vence oggi forse un po’ troppo finta e turistica, ma allora era un’altra cosa. Sapone, quando conosce Picasso, gli prepara un paio di pantaloni a righe, i pantaloni che Picasso avrebbe sempre voluto indossare.
I due nuovi amici entrano in sintonia profonda. Ed ecco che nasce subito affetto, amicizia, complicità e rispetto. È Picasso a proporre a Sapone opere in cambio di vestiti. Così piano piano il sarto comincia a costruirsi una collezione di tutto rispetto. Diventano amici, Sapone lo va spesso a trovare e così conosce tanti personaggi che popolano la casa del pittore spagnolo. E diventa il sarto di tutti.

C’è anche qualcuno come Mirò, che nonostante ami riversare colori sulle sue tele, mette a freno la creatività di Sapone, perché ama vestirsi in modo più classico e meno appariscente. Il sarto era una persona semplice, ma si comportava in modo paritario con questi giganti dell’arte a lui contemporanea.

Le tracce dell’esperienza di Sapone in Costa Azzurra ci sono ancora, la figlia Aika ha aperto una galleria, insieme al marito Antonio, che si chiama Sapone come lei: è un suo cugino originario del paesello campano da dove proveniva anche il sarto di Picasso. La galleria c’è ancora e negli anni ha sostenuto artisti del calibro di Burri.
Il libro è arricchito da un centinaio di foto che raccontano quel periodo, scattate dagli stessi artisti o dai grandi fotografi che frequentavano quegli ambienti.
Un libro da leggere, decifrare il passato è sempre importante, ora che di aggregazione tra gli artisti contemporanei ce n’è poca, che si colloquia su Skype o Facebook o Twitter. E viene nostalgia a pensare come fossero belle quelle cene con Picasso, Giacometti o Hartung.

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Midnight in Paris Di Woody Allen Commedia U.S.A., 2011 Midnight In Paris è una storia romantica ambientata a Parigi, nella quale s'intrecciano le vicende di una famiglia, in Francia per affari, e di due giovani fidanzati prossimi alle nozze; tutti alle prese con esperienze che cambieranno per sempre... Guarda la scheda del film