Concerti Magazine Martedì 12 marzo 2013

Vasco torna in scena: «Le dimissioni da rockstar sono state respinte»

Magazine - Vasco Rossi rompe il silenzio e lo fa nel modo in cui ci ha abituato negli ultimi anni, con una video intervista apparsa su youtube - uno dei suoi ormai celebri clippini in versione più elaborata - e prontamente postata sul suo profilo facebook.

«Le mie dimissioni da rockstar sono state respinte» sorride sornione il rocker di Zocca che da poco ha spento 61 candeline. «Ho sentito che ha dato le dimissioni anche il Papa, non sapevo che potesse dare le dimissioni un Papa. Però, se devo essere sincero, non avevo mai neanche sentito nessuno dare le dimissioni da rockstar - sorride Vasco - Quindi, diciamo che siamo tutti qui dimissionari e nello stesso tempo, chi dovrebbe dare le dimissioni non le dà. Diciamoci la verità, questo è un mondo così e dobbiamo cercare di prendere le cose con un po’ di leggerezza, lo dico per primo a me perché io sono il primo che le prende un po' troppo seriamente delle volte».

Il vecchio leone torna quindi a ruggire e lo fa con il suo nuovo singolo L'uomo più semplice uscito lo scorso gennaio: «Un pezzo leggero che ho fatto pèr sdrammatizzare il clima pesante che si era creato, spesso mi capitava di sentire in giro; Vasco sta bene Vasco sta male, Vasco sta bene e male, come sempre!»

Il Komandante ha molti progetti per il futuro, primo fra tutti riprendere e portare a termine il Live Kom 011, interrotto per i noti problemi di salute che lo hanno colpito proprio mentre calcava i palchi nell'estate di due anni fa.

Le date fissate sono sette tutte a giugno ; 4 a Torino allo Stadio Olimpico (9,10,11,14 e 15)  e 3 a Bologna allo Stadio Dallara ( 22, 23 e 26 ). La caccia al biglietto è aperta.
La scaletta, spiffera il Blasco, riprende quella del tour interrotto due anni fa  ma con molte sorprese in più che ovviamente non dichiara per far salire la suspence.

Durante la video intervista, Vasco annuncia anche l'uscita di un nuovo album di inediti per l'anno prossimo e la volontà di pubblicare un'autobiografia scritta di suo pugno: «Mi piacerebbe raccontare la mia incredibile storia dagli inizi fino adesso, questa si che sarebbe una storia fantastica, altroché Cenerentola».

I fans possono quindi tirare un sospiro di sollievo, il rocker di Zocca non ha intenzione di andare in pensione ma al contrario torna più combattivo che mai con l'intenzione bellicosa di  infiammare gli stadi e le notti d'estate con le sue canzoni che ci accompagnano da più di trent' anni.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Hereditary Le radici del male Di Ari Aster Horror U.S.A., 2018 Quando l’anziana Ellen muore, i suoi familiari cominciano lentamente a scoprire una serie di segreti oscuri e terrificanti sulla loro famiglia che li obbligherà ad affrontare il tragico destino che sembrano aver ereditato. Guarda la scheda del film