Concerti Magazine Lunedì 15 aprile 2002

Dani Filth al Transilvania

Non capita tutti i giorni di assistere all’anteprima nazionale di un film a Genova. Ebbene, stasera è uno di quei giorni. Ma qui si può quasi parlare di un’anteprima mondiale. Punto molto esclamativo.

Questa sera, al del (quello dei cinema, per intenderci) alle 22 va in scena l’evento. Verrà infatti presentato il film (traduci: la culla della paura), girato dal regista indipendente inglese Alex Chandon. Il film vede l’esordio come attore del front man del gruppo black metal Cradle of Filth (cradle è sempre culla. Filth significa oscenità), Dani Filth (al secolo Dani Davey). Dal titolo e dal nome d’arte del protagonista (la stampa parla di lui come di una versione più cattiva di Marylin Manson) potete immaginare che siamo in zona rossa. Nel senso che il film non è propriamente per educande. E neppure per stomaci deboli. Tanto che non è mai stato distribuito nel circuito ufficiale. Per vederlo fino ad oggi dovevate andare su internet e ordinare la videocassetta (dopo aver visionato avidamente foto e trailer da paura). Ebbene, dopo una serata di prova al Transilvania Live di Milano, oggi comincia il tour alternativo della pellicola, che verrà proiettata a Torino, Roma, Firenze e Bologna, sempre al Transilvania. Ma la prima sarà a Genova, perbacco. Saranno presenti attore e regista del film, e sarà possibile comprare la videocassetta.

La trama? Oddio, è un po’ complicato… Si tratta di quattro episodi legati dalla presenza di Kemper (Dani Filth), un pazzoide omicida che si rifà dei maltrattamenti subiti nell’infanzia per andare ad ammazzare e torturare un po’ di gente. Roba pesante, satanismo e splatter a go-go, con un bella spruzzata di sangue e una altrettanto abbondante di sesso. Già, perché ci sono anche le orge. Non potevano mancare, sono uno dei pezzi forti del repertorio di Dani, che si distingue nei concerti per l’abitudine birichina di coitare (si fa per dire) con qualche (fortunata?) ballerina o spettatrice. Insomma, sapete cosa aspettarvi da un film che il regista definisce: «un immaginario fatto di incubi gotici, mutilazioni devastanti, immagini selvagge di violenza e “snuff reality”». Se il vostro animo black si è risvegliato, o siete anche solo curiosi (tanto l’ingresso è gratuito) e le gambe vi sostengono, allora non resta che immergervi nelle atmosfere profondamente rosse del Transilvania. Saranno presenti Dani Filth e Alex Chandon

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Tutta colpa di Freud Di Paolo Genovese Commedia Italia, 2013 Francesco Taramelli (Marco Giallini) è un analista alle prese con tre casi disperati: una libraia (Vittoria Puccini) che si innamora di un ladro di libri; una gay (Anna Foglietta) che decide di diventare etero; e una diciottenne (Laura Adriani)... Guarda la scheda del film