Weekend Magazine Giovedì 28 febbraio 2013

Serena Dandini e Libereso Guglielmi insieme per 'Il Giardiniere Rampante'

Claudio Porchia, Serena Dandini e Libereso Guglielmi insieme a Ospedaletti, nel settembre 2011

Magazine - Si erano incontrati nel settembre 2011, a Ospedaletti. Poi, l'anno scorso, lei l'ha inserito all'interno del suo ultimo libro. Ora la presentatrice televisiva Serena Dandini e il giardiniere di Italo Calvino, Libereso Guglielmi, si incontrano di nuovo a Roma, per un appuntamento speciale all'Auditorium Parco della Musica.

Il Giardiniere Rampante: quando il  verde  è commestibile è in programma martedì 5 marzo all'interno del ciclo di incontri di giardinaggio e dintorni di e con Serena Dandini.
La rassegna si compone di una serie di appuntamenti che vedono come invitati, coinvolti a conversazioni pubbliche, personalità provenienti dai più diversi settori. Un’iniziativa che cerca di riflettere sull’esaurimento delle risorse del nostro pianeta, in un periodo in cui si parla quasi esclusivamente di crisi economica e problemi di sopravvivenza, senza più far caso ai desideri di molta parte dell’umanità. Ecco il motivo del sottotitolo dell’evento: Piccolo viaggio alla ricerca di un eden sostenibile.

Un eden che rappresenta la nostra terra di un tempo, un giardino rigoglioso, in cui era ancora data la possibilità di essere felici, nel modo più semplice e libero possibile.

Cosa hanno in comune i giardinieri, gli economisti o gli scrittori invitati a queste atipiche lezioni all’Auditorium? Semplice, sono tutti dei “coltivatori di sogni” che non si arrendono al pessimismo dominante e  attraverso l’arte, la bellezza o la scienza e naturalmente i giardini cercano di farci ritrovare la strada per il nostro paradiso perduto.   

Serena Dandini ricorda: «Ho avuto in sorte la possibilità di avere incontri felici con personaggi splendidi. La dittatura del Pil e dello spread ci ha fatto perdere di vista le ragioni per cui alla fine val la pena vivere. Siccome penso che il Paradiso Terrestre sia la nostra terra, attraverso queste persone che hanno coltivato lo stesso sogno, voglio mettermi alla ricerca di un Paradiso sostenibile, nella speranza che non sia perduto per sempre. Secondo Vandana Shiva (Custode dei semi) o Libero Guglielmi (giardiniere della famiglia Calvino), Enzo Bianchi (che si occupa di Paradisi celesti) o Alain Baraton (giardiniere di Versailles) e tante altre menti eccellenti, un’inversione di rotta è ancora possibile».

Oggi al cinema

Rocco e i suoi fratelli Di Luchino Visconti Drammatico Italia, 1960 Una vedova proveniente dal sud si trasferisce a Milano con i figli Simone e Rocco. Il primo, su consiglio di una prostituta di cui si é innamorato inizia la carriera pugilistica, ma la ragazza ben presto si stuffa di lui. Intanto, Rocco, tornato... Guarda la scheda del film